Alex Albon non ha digerito il contatto con Lewis Hamilton durante il GP d’Austria. Secondo il pilota della Red Bull poteva vincere la gara.

Alex Albon (Getty Images)
Alex Albon (Getty Images)

Alex Albon proprio non ci sta e attacca. Il pilota della Red Bull si è molto innervosito per quanto accaduto durante il Gran Premio d’Austria dove si è ritrovato praticamente fuori dalla gara in un momento in cui sembrava potesse lottare per qualcosa di importante a causa di un contatto con Lewis Hamilton.

I commissari hanno poi comminato per tale contatto una penalità di 5 secondi a Lewis Hamilton, ma questo non ha placato la rabbia a fine gara da parte del giovane pilota del team austriaco che ha sfogato tutta la propria frustrazione con i giornalisti alla fine del GP.

Albon: “Dipendeva da lui se evitare o meno il contatto”

Come riportato da “Sky”, Albon ha così affermato: “In questo momento sono ancora carico di adrenalina, quindi voglio essere cauto nelle mie dichiarazioni. Purtroppo è finita così, ma avevo la possibilità di vincerla la gara. Sicuramente la Mercedes aveva un passo superiore al nostro, ma la squadra ha svolto un ottimo lavoro con la strategia”.

Il driver thailandese ha poi così concluso: “Mi sono reso conto che avevo un vantaggio di gomme rispetto alla Mercedes e mi sentivo davvero a mio agio nelle fasi finali della gara. Brucia di più rispetto a quando sono stato buttato fuori in Brasile. In quel caso le colpe erano da suddividere, mentre in questo caso io ero già passato e mi ero già concentrato su Bottas. Quando fai un sorpasso all’esterno c’è sempre un margine di rischio, ma io gli ho dato tutto lo spazio che potevo e dipendeva da lui se evitare o meno il contatto”.

Leggi anche —> Hamilton falloso, penalità a raffica: “Le prendo tutte”. E rischia la squalifica

Antonio Russo

F1 - Alex Albon (Getty Images)
F1 – Alex Albon (Getty Images)