Charles Leclerc contro il razzismo: “Ma non mi metto in ginocchio”

0
290

Charles Leclerc con un post sui social network prende posizione sul razzismo, spiegando quanto siano importanti i fatti concreti e meno quelli simbolici.

Charles leclerc
Charles Leclerc (Getty Images)

Viviamo una fase storica in cui il tema del razzismo è venuto ancora più alla ribalta e ci sono tante persone che vogliono diffondere messaggi positivi. Anche lo sport può essere fondamentale in questo.

In Formula 1, ad esempio, c’è Lewis Hamiltonn molto impegnato a sostenere il movimento Black Lives Matter. Il sei volte campione del mondo vuole che i suoi colleghi e tutti i team siano maggiormente sensibili all’argomento razzismo.

LEGGI ANCHE -> Il disastro Ferrari sbalordisce persino Binotto: “Peggio del previsto”

F1, messaggio di Leclerc sul razzismo

Pochi minuti fa Charles Leclerc ha diffuso un importante post sui suoi profili ufficiali presenti sui social network. Queste le sue parole: «Tutti e 20 i piloti si uniscono alle loro squadre contro il razzismo e il pregiudizio, abbracciando al contempo i principi di diversità, uguaglianza e inclusione, supportando l’impegno della Formula 1 e della FIA. Credo che ciò che conta siano fatti e comportamenti nella nostra vita quotidiana piuttosto che gesti formali che potrebbero essere visti come controversi in alcuni paesi. Non mi metterò in ginocchio, ma questo non significa affatto che sono meno impegnato di altri nella lotta contro il razzismo».

Il driver della Ferrari a meno di due ore dalla partenza del GP d’Austria 2020 di F1 ha voluto esporre la sua posizione. Non intende fare alcun gesto “eclatante”, come ad esempio mettersi in ginocchio. Tuttavia, sottolinea il suo pieno sostegno alle campagne anti-razziste per avere un mondo fatto più di uguaglianza e inclusione. Un messaggio assolutamente rispettabile quello di Leclerc.

Charles Leclerc
Charles Leclerc (Getty Images)