Niccolò riserva una dedica speciale e commovente al padre Alex Zanardi, che ormai da due settimane lotta per la vita dopo il terribile incidente in handbike

Alex Zanardi (Foto Bmw)
Alex Zanardi (Foto Bmw)

“Papà, questa serata è per te, e quando tornerai ne faremo un’altra”. Un’altra dedica sentita e commovente quella che Niccolò Zanardi, figlio di Alex, affida al suo profilo Instagram, per inviare “un ringraziamento speciale a coloro che mi stanno accanto in questi giorni difficili”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Papà, questa serata è per te, e quando tornerai ne faremo un’altra ❤. Un ringraziamento speciale a coloro che mi stanno accanto in questi giorni difficili, in particolare a @lopezmartina, grazie di cuore ❤❤

Un post condiviso da Niccolò Zanardi (@niccolo_zanardi) in data:

Nel post sono pubblicate alcune foto da Castiglione della Pescaia, in provincia di Grosseto, dove insieme a sua mamma Daniela Manni si è trasferito in questo periodo, per non abbandonare mai nemmeno per un momento il capezzale del loro Alex. Niccolò compare in queste immagini nella tenera compagnia di Martina Lopez, a cui in maniera particolare riserva il suo “grazie di cuore”.

E il medico legale che ha soccorso l’atleta è convinto che proprio la presenza dei suoi cari abbia giocato un ruolo fondamentale nei momenti immediatamente successivi all’impatto: “Ho chiesto alla moglie di parlargli mentre lo soccorrevo perché la funzione uditiva rappresenta uno stimolo al cervello per non spegnersi. Lei è stata bravissima. Continuava a dirgli: ‘Non dormire, supereremo anche questa’”.

Alex Zanardi in lotta per la vita da due settimane

Proprio nei giorni scorsi, infatti, sono passate due settimane esatte da quando suo padre Alex Zanardi è stato ricoverato nella terapia intensiva dell’ospedale Santa Maria alle Selve di Siena, in lotta per la vita a seguito di un terribile incidente stradale di cui è stato vittima al volante della sua handbike, che si è schiantata contro un camion.

Dopo essere stato sottoposto a ben due interventi neurochirurgici nell’arco di dieci giorni, oggi il campione bolognese rimane sedato, intubato, in condizioni stabili, ma gravi dal punto di vista neurologico. Il tentativo di risvegliare l’ex pilota di Formula 1 dal coma farmacologico è stato rimandato e probabilmente se ne riparlerà nei prossimi giorni: solo dopo questa delicata fase si potrà ricostruire completamente l’entità degli eventuali danni cerebrali e alla vista.

Nel frattempo la procura di Siena prosegue la sua inchiesta, ricostruendo gli ultimi attimi prima dello schianto. Per metà mese sono fissate le operazioni peritali, condotte dai due consulenti nominati dagli inquirenti e dalla difesa del camionista indagato, che chiariranno la dinamica, gli eventuali guasti o malfunzionamenti alla handbike, le condizioni dell’asfalto. Senza dimenticare le eventuali responsabilità dell’organizzazione della staffetta paralimpica di Obiettivo tricolore, alla quale Zanardi stava prendendo parte prima della tragedia.

Leggi anche —> La Ferrari si schiera accanto ad Alex Zanardi: bel gesto in Austria

Alex Zanardi (Foto Bmw)
Alex Zanardi (Foto Bmw)