Hamilton esoso: ha chiesto davvero uno stipendio assurdo alla Mercedes?

Lewis Hamilton smentisce seccamente le voci sulla sua presunta richiesta alla Mercedes di un aumento di stipendio a 50 milioni di euro

Lewis Hamilton (Foto Steve Etherington/Mercedes)
Lewis Hamilton (Foto Steve Etherington/Mercedes)

“Basta con queste str…ate inventate”. Non poteva esserci smentita più categorica da parte di Lewis Hamilton alle indiscrezioni pubblicate questa settimana, su una sua presunta richiesta di aumento di stipendio davvero stellare che avrebbe avanzato alla Mercedes.

A mettere nero su bianco queste voci è stato il quotidiano inglese Daily Mail, secondo il quale il campione del mondo in carica avrebbe preteso ben 50 milioni di euro all’anno per firmare il rinnovo con la Stella d’argento. Una versione priva di fondamento secondo il pilota anglo-caraibico, che ribadisce come le trattative con il suo team principal Toto Wolff per decidere i dettagli del nuovo contratto non siano ancora nemmeno iniziate.

La smentita di Lewis Hamilton

“La stampa continua a scrivere del mio contratto e delle mie richieste, ma la realtà è che non ne ho ancora nemmeno parlato con Toto”, ha sostenuto con forza Hamilton nella conferenza stampa alla vigilia del Gran Premio d’Austria, tappa inaugurale della stagione 2020 di Formula 1. “Nessuna richiesta, la conversazione non è neppure cominciata. Perciò, per favore, smettetela di inventare queste str…ate”.

Dal canto suo, Wolff ha definito pressoché una formalità la firma di un nuovo accordo con il suo pupillo. Il motivo per il quale non è ancora arrivato un annuncio ufficiale è semplicemente “che non ci siamo visti molto”, ha spiegato il manager austriaco. “Siamo in una posizione di fiducia con entrambi i piloti e, anche se qualcuno crede che in F1 questo non significhi molto, nel nostro team sì”.

La Mercedes vuole il rinnovo

Dunque sarebbe solo questione di tempo prima che arrivi la riconferma di Lewis Hamilton alla Mercedes anche per il prossimo anno: “Immagino che presto faremo i prossimi passi, ma non voglio fissare una scadenza precisa, perché non voglio che ad ogni singolo weekend di gara mi ripetiate questa domanda sui contratti. Non c’è alcuna urgenza. Tutti vogliamo firmare e, quando il momento sarà giusto, lo annunceremo”.

Leggi anche —> La versione di Binotto: “Vettel fuori dalla Ferrari? Colpa della sfortuna”

Lewis Hamilton (Foto Lat Images/Mercedes)
Lewis Hamilton (Foto Lat Images/Mercedes)