All’inizio di questa settimana, Mansory, l’azienda nota per il suo selvaggio senso dello stile, ha rivelato la Le Mansory, una Ford GT completamente rinnovata.

Le Mansory
(Image by Motor1)

La Le Mansory è una Ford GT modificata ma non un solo pannello è originale, dando alla supercar della Ford una posizione più ampia, un aspetto più folle, interni rielaborati e più potenza.

L’ultimo video di Shmee150 non solo dà agli spettatori uno sguardo ravvicinato alla vettura, ma la porta anche a fare un giro in macchina, fornendo un sacco di opportunità per ascoltare il motore modificato con il suo scarico rivisto.

La Le Mansory, di cui Mansory ne costruirà solo tre, mantiene la silhouette slanciata della GT, ma ci sono molti cambiamenti per differenziarla visivamente dalla vettura normale. C’è un nuovo frontale con nuovi fari, l’esclusiva fibra di carbonio a scacchi e lo speciale colore della vernice Bleurion Race. Nella parte posteriore, due tubi di scarico sono sostituiti da tre, mentre Mansory sostituisce l’alettone posteriore attivo con uno fisso a collo di cigno.

Le Mansory
(Image by Motor1)

All’interno, Mansory ha installato nuovi sedili, un nuovo volante, e un sacco di personalizzazione. Anche alcune delle parti dell’assetto sono verniciate di blu. L’azienda ha anche spostato il pulsante di avviamento e di arresto della vettura dalla console centrale al tetto. Gli interni sono ancora scarni, anche se sembrano più eleganti di quelli della GT normale.

Quando Shmee150 mette in moto l’auto, nota di poter sentire immediatamente più vibrazioni rispetto alla sua GT. Mansory ha reinventato il sistema di gestione del motore, aiutando il bicilindrico V6 da 3,5 litri turbo ad erogare 700 cavalli e 840 Newton-metri di coppia. La velocità massima dell’auto passa da 348 chilometri orari a 354 km/h.

Lo stile della Mansory è sempre stato controverso, e la Le Mansory non è diversa. È un design impegnativo con spigoli vivi, angoli arrotondati e un sacco di effetti che rendono il look più vivace. Non piacerà a tutti, ma non dubitiamo che tutte le auto troveranno un acquirente.