Fabio Quartararo ha violato il regolamento: sarà convocato dalla FIM

Fabio Quartararo sarà convocato dalla FIM a Jerez, per aver violato il regolamento nei test privati durante l’allenamento al Paul Ricard.

Fabio Quartararo
Fabio Quartararo (foto Instagram)

La FIM ha intenzione di convocare alcuni piloti a Jerez per aver violato le norme per i test privati. Secondo alcune indiscrezioni potrebbe esserci Fabio Quartararo: il pilota Yamaha Petronas SRT ha effettuato due giorni di test al Paul Ricard in sella ad una Superbike R1 modificata… un po’ troppo.

La moto in questione è stata preparata da Tech Solutions e sia Quartararo che Tech-Solutions hanno condiviso le foto di questo test su Instagram. Una squadra avversaria ha notato che sono state utilizzate parti di prestazioni non consentite. È stato presentato un reclamo formale. È così che la FIM è venuta a conoscenza della questione. Ora Fabio Quartararo deve mettersi di fronte ai commissari FIM e spiegare la questione, ma non sono previste penalità significative.

Cosa prevede il regolamento

È possibile allenarsi con Superbike 1000cc su pista. Tuttavia, devono essere versioni di strada cge, per motivi di sicurezza, possono apportare solo piccole modifiche ai freni (sono vietati i freni in carbonio), agli ammortizzatori, allo scarico e all’ergonomia. Tali modifiche devono essere preventivamente comunicate al Direttore tecnico. Naturalmente, è anche possibile rimuovere specchi retrovisori e indicatori. Devono essere usati pneumatici che possono essere acquistati da tutti.

A quanto pare la R1 di Quartararo aveva modificato sia l’elettronica che i freni, montando quelli in carbonio. A parte queste restrizioni per le prove private con Superbike, le normative per altre motociclette sono più gratuite. Ecco perché molti ciclisti sfruttano l’opportunità di allenarsi con motocross, enduro o SuperMotard.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

DE RETOUR 😍 / WE ARE BACK 😍

Un post condiviso da Fabio Quartararo 🇫🇷 (@fabioquartararo20) in data: