Herve Poncharal anticipa l’imminente passaggio di Pol Espargarò in Repsol Honda: “Si sente sicuro di poter sfidare Marc Marquez”.

Pol Espargarò (Foto Philip Platzer/Red Bull)
Pol Espargarò (Foto Philip Platzer/Red Bull)

KTM chiuderà il rapporto con Pol Espargarò con un sorriso e tanti ringraziamenti per quanto fatto insieme in tutti questi anni. Se la RC16 attualmente ha una buona base di sviluppo è anche merito del pilota residente in Andorra. E se HRC ha cercato Pol è soprattutto merito della casa austriaca che gli ha dato piena fiducia.

Sa bene che troverà un compagno di squadra molto scomodo come Marc Marquez, tra l’altro con il dente avvelenato per aver messo subito da parte suo fratello Alex. Espargarò si è unito alla MotoGP con il team Yamaha Tech3 di Herve Poncharal, come campione in carica della Moto2, nel 2014. Qui è rimasto per tre anni, prima di abbracciare il nuovo progetto KTM al fianco di Bradley Smith.

La grande sfida di Pol

Da allora Pol è stato il pilota leader della fabbrica austriaca, rompendo la siccità con un podio ottenuto sotto la pioggia di Valencia nel 2018 e rivendicando il miglior risultato della RC16. Tali sforzi sembrano aver attirato l’attenzione di Repsol Honda, che ora dovrebbe mettere Pol Espargarò al fianco di Marc Marquez nel 2021. “Pol è una persona incredibile, affascinante. È sempre di buon umore, sempre spinto, sempre positivo, vedendo il bicchiere mezzo pieno”, ha detto Herve Poncharal a Crash.net . “Non è stato molto facile con la Yamaha perché è un pilota aggressivo e la M1 deve essere guidata senza intoppi. Ma onestamente ci siamo trovati benissimo insieme quando stava guidando con noi”.

Herve Poncharal riconosce quanto fatto da Pol per la casa di Mattighofen. “Ma sta anche crescendo molto e sarà interessante vederlo su una Honda, che è – non voglio dire una macchina simile alla KTM, ma che è abbastanza vicina in termini di specifiche e stile di guida. So che ha iniziato a correre con Marc da giovane. Quindi conosce Marc molto bene e si sono spinti a vicenda per tutta la carriera fino alla MotoGP. Tutti ricordiamo le loro stagioni e battaglie Moto2… Certo se Pol sta andando lì [a Repsol Honda] non è per preparare la sua pensione. Pol ci sta andando e, dentro di sé, è sicuro di poter sfidare Marc”.

Leggi anche – – -> KTM, Pit Beirer: “Pol Espargarò resterà sempre uno di noi”

Pol Espargaro (Foto Markus Berger/Red Bull)
Pol Espargaro (Foto Markus Berger/Red Bull)