Il motivo per cui la Mercedes ha deciso di abbandonare lo storico color argento per passare al nero è la lotta al razzismo: un’idea di Lewis Hamilton

La livrea nera della monoposto di Lewis Hamilton nel 2020 (Foto Mercedes)
La livrea nera della monoposto di Lewis Hamilton nel 2020 (Foto Mercedes)

È stata di Lewis Hamilton l’idea del cambio di livrea della Mercedes, dallo storico argento al nero, decisa proprio alla vigilia della stagione 2020 di Formula 1. Ad ammetterlo è stato il suo team principal Toto Wolff. La scelta non è infatti ricaduta su questo colore soltanto per la sua eleganza, bensì come omaggio al movimento politico Black Lives Matter. “In cui Lewis è molto attivo”, spiega Wolff ai microfoni del quotidiano Kurier.

“Ci siamo coordinati per capire cosa potevamo fare al riguardo”, ha proseguito il boss dei campioni del mondo in carica. “Lui mi ha chiamato circa un mese fa e mi ha detto ‘Due post su Instagram non bastano’. Così, insieme abbiamo dato vita all’idea della macchina nera”. Wolff ha poi aggiunto al giornale Der Standard: “Il consiglio d’amministrazione della Daimler e gli sponsor ci hanno immediatamente concesso il loro sostegno”.

L’impegno della Mercedes e della Formula 1 contro il razzismo

Toto rifiuta l’idea che si tratti solo di un vuoto gesto simbolico, insistendo che “le convinzioni giuste non sono sufficienti, se rimaniamo in silenzio. Perciò vogliamo usare la nostra voce e la nostra piattaforma per fare campagna a favore del rispetto e dell’uguaglianza”. Wolff ha ammesso anche che nella sua Mercedes le donne e le minoranze non sono abbastanza rappresentate e ha promesso di agire presto al riguardo: “Non fisseremo delle quote, ma degli obiettivi”.

Sempre a favore della lotta al razzismo in Formula 1, il pilota della McLaren Lando Norris ha rivelato che lui e i suoi colleghi stanno prendendo in considerazione l’idea di inginocchiarsi in Austria, sempre per onorare il movimento Black Lives Matter. “Lo discuteremo con la Grand Prix Drivers’ Association (il sindacato dei piloti, ndr) dopo il briefing del venerdì”, ha spiegato. “Faremo tutto il possibile per dimostrare che abbiamo cura e rispetto per tutti”.

Leggi anche —> La Mercedes diventa tutta nera: è “colpa” di Lewis Hamilton

F1 - Lewis Hamilton (Getty Images)
F1 – Lewis Hamilton (Getty Images)