La sicurezza di Verstappen: “Vi dico chi vincerà il mondiale 2020”

Carico a molla Verstappen sembra avere le idee chiare su chi uscirà vincitore al termine di questo anomalo mondiale 2020 di F1.

Lewis Hamilton e Max Verstappen (©Getty Images)

Per la verità la notoria sicurezza nelle proprie abilità che caratterizza da sempre Max Verstappen, ultimamente  è stata appoggiata da diversi nomi pesanti del paddock. L’olandese della Red Bull potrebbe davvero rivelarsi l’uomo chiave del mini-campionato che prenderà il via questo venerdì dall’Austria e beffare alla fine il super favorito Lewis Hamilton.

Oltre ad una monoposto apparsa decisamente in forma durante l’inverno, a fornire al #33 quel quid in più necessario per fare la differenza potrebbe essere anche la partenza con un doppio GP sul circuito di casa del team. Un elemento da non sottovalutare dato che a Spielberg il 22enne ha sempre brillato.

“La squadra ha lavorato molto duramente in vista della gara, inoltre avremo degli aggiornamenti sulla nostra RB16“, ha dichiarato ottimista a Motorsport.com. Per non smentire sé stesso il figlio d’arte è andato subito al punto ammettendo di avere mire ben più alte rispetto al semplice successo in corsa.

“Preferirei vincere un campionato piuttosto che un gran premio!”, ha rilanciato. “Faremo di tutto per riuscirci. La Mercedes resta la scuderia da battere visto che domina dall’inizio dell’era ibrida, però abbiamo imparato molto nell’ultimo anno e penso davvero che ci dimostreremo più costanti”.

Ad infondere sensazioni positive a Mad Max è altresì il rapporto con il motorista Honda, decisamente più rilassato e collaborativo se confrontato con quello teso e ricco di polemiche mediatiche di epoca Renault. “Durante i test la velocità massima sembrava discreta, quindi sono piuttosto contento del lavoro svolto. I giapponesi sono molto motivati e vogliono lottare per il titolo come noi”, ha concluso Verstappen, chiamato in questa campagna ad archiviare in maniera definitiva la sua nomea di ragazzino terribile sempre in mezzo ad incidenti e manovre al limite dell’irregolarità.

Max Verstappen festeggia la vittoria nel Gran Premio d'Austria 2019 di F1 (Foto Lars Baron/Getty Images/Red Bull)
Max Verstappen festeggia la vittoria nel Gran Premio d’Austria 2019 di F1 (Foto Lars Baron/Getty Images/Red Bull)

Chiara Rainis