Addio alle Frecce d’Argento. La Mercedes cambia colore

La svolta sociale di Hamilton ha convinto la Mercedes ad un cambio di livrea. Intanto Lewis propone alla FIA un nuovo GP.

Mercedes (©Getty Images)

L’omicidio dell’afro-americano George Floyd avvenuto lo scorso 25 maggio nel Minnesota da parte di un poliziotto ha scatenato in tutto il mondo una risposta anti-razzista. Così, per non essere da meno, anche la F1 si è adeguata. In particolare a fare il gesto più eclatante è stata la Mercedes, la squadra di colui che più di ogni altro nella serie si è speso in parole e gesti di condanna verso qualsiasi sopruso nei confronti delle minoranze. Ecco dunque che la scuderia tedesca, a partire da questo venerdì mattina in Austria, si presenterà con un colore diverso. Non più argento come l’abbiamo ammirata finora, bensì nera a sostegno del movimento Black Lives Matter.

“Nella nostra organizzazione solo il 3% si identifica come appartenente a gruppi etnici minoritari e solamente il 12% sono donne. Questa mancanza di diversità ci indica che dobbiamo trovare nuovi approcci per attrarre talenti da molte aree della società che attualmente non raggiungiamo”, il mea culpa di Stoccarda, in linea con quello pronunciato da parecchi enti e aziende negli ultimi tempi.

Sulla scia di questo suo nuovo impegno nella lotta per i diritti condiviso con la propria equipe Lewis Hamilton ha deciso di appellarsi direttamente alla FIA chiedendole di organizzare una gara in Africa.

“Sarebbe importante tornarci”, ha affermato in un video realizzato per lo sponsor Petronas. “Ad oggi il Circus ha virato verso Paesi in cui non lascia nulla, mentre dovrebbe dirigersi dove c’è bisogno. Occorre prestare più attenzione alle persone, non ai soldi”, ha infine sottolineato.

Chiara Rainis

La nuova livrea 2020 (Foto Mercedes)
La nuova livrea 2020 (Foto Mercedes)