Ferrari di nuovo snobbata: “Mercedes e Red Bull di un’altra categoria”

Per il boss della McLaren Brown saranno Mercedes e Red Bull a contendersi il mondiale. Ferrari dietro alla Racing Point?

Ferrari (©Getty Images)

Il quesito che tutti in questo momento si stanno ponendo è se quanto abbiamo visto durante l’inverno al Montmelo corrisponda a realtà. Se davvero la Mercedes sia così in vantaggio rispetto alla concorrenza, la Ferrari tanto indietro e la Racing Point una sorpresa. Per avere una risposta certa a tali questioni non dovremo attendere molto. Già il prossimo weekend in Austria potremo saperne di più.

Una cosa ad ogni modo è sicura. Il congelamento dello sviluppo delle monoposto non potrà provocare stravolgimenti né nel corso della stagione che scatterà da Spielberg, né in quella successiva. In pratica les jeux sont faits. Chi è davanti oggi ci resterà ancora a lungo. Sarà per questo che, sempre ovviamente alla luce dei racconti di Barcellona, attorno alla Rossa circola un’aurea di scetticismo.

“Se ci basiamo sul pre-campionato saranno ancora le Frecce d’Argento a dominare”, ha asserito il CEO di Woking Zak Brown ad F1i.com. “Ma non va scartata neppure l’equipe austriaca che pare aver fatto un discreto progresso sebbene non so se a sufficienza per battere i tedeschi”.

Con un Cavallno a bagnomaria, lì fermo tra gli onori e gli insulti, secondo il manager americano a sorridere sarà la Mercedes Rosa, pronta a soffiare alla McLaren i galloni di quarta forza del mondiale, e magari pure il podio a Maranello.

“Noi siamo soddisfatti dei nostri progressi, ma come tutti sostengono la RP20 è una W10 camuffata”, ha proseguito sibillino ipotizzando che la macchina inglese non sia altro che l’esatta copia della versione 2019 di quella germanica. “Per questo nell’arco di un tempo brevissimo è riuscita a diventare competitiva. Immagino dunque che la battaglia in gruppo sarà ancora più serrata nei prossimi mesi, ma da parte nostra ci auguriamo di conservare la quarta piazza”, ha concluso tra l speranzoso e il disilluso.

Il proprietario della McLaren, Zak Brown (Foto Charles Coates/Getty Images)
Il proprietario della McLaren, Zak Brown (Foto Charles Coates/Getty Images)

Chiara Rainis