Miguel Oliveira: “Grazie KTM, ora ho una grande opportunità”

Miguel Oliveira conquista la fiducia di KTM e dal 2021 salirà nel team factory con Brad Binder: “Sono grato per questa sfida”.

Miguel Oliveira
Miguel Oliveira (getty images)

Miguel Oliveira è sempre rimasto nei ranghi della Red Bull KTM, tranne nel 2016 quando ha deciso di imbarcarsi nel progetto Moto2 Leopard. “È stata la peggior stagione GP della mia vita”. La buona notizia è arrivate nel luglio dello stesso anno, quando gli è stato chiesto se voleva unirsi al nuovo progetto del telaio KTM Moto2 a luglio 2016. “La mia carriera è stata in un punto basso. Pit mi ha salvato. Non lo dimenticherò mai”.

In un’intervista a Speedweek. cm il portoghese riassume la sua carriera, da sempre legata al marchio austriaco. Tuttavia, il rapporto tra Oliveira e KTM non è sempre stato roseo. Nel 2019, Pit Beirer e Mike Leitner gli hanno proposto di unirsi al team ufficiale in sostituzione di Johann Zarco. Ma dopo l’ottavo posto a Spielberg, Miguel si è sentito molto a suo agio nel team Tech3 di Hervé Poncharal e con il capo del team Guy Coulon e ha deciso di rifiutare l’offerta. Fu allora che la KTM ha deciso di scommettere su Brad Binder, una decisione scomoda per Oliveira.

L’ascesa al team factory

Tutto comincia dalla gara di Misano 2019. “Non me l’hanno davvero chiesto. Non mi è stata offerta questa opzione nella squadra factory. Mi hanno solo informato che c’era un posto MotoGP disponibile nel team di fabbrica e mi hanno informato che stavano prendendo in considerazione di assegnare questa posizione a Mika Kallio. Risposi: “Se pensi a Mika, per me va bene”. Perché aveva stabilito una buona relazione con il team Tech3. Quindi a quel tempo non aveva senso cambiare squadra”.

Oliveira era un novellino nel 2019 ed è riuscito a finire alle spalle di Pol Espargaró a Termas de Río Hondo e Motegi e con l’ottavo posto come miglior pilota KTM nel GP di casa in Austria, che è così importante per Red Bull e KTM, si è guadagnato la fiducia della casa. Quindi Miguel Oliveira sembrava la scelta più sicura per sostituire Pol Espargarò. “Sono molto contento dell’opportunità che KTM mi offre nei prossimi due anni”, ha affermato Oliveira. Ho dato il massimo con la MotoGP dal primo giorno. Ho sempre creduto nel potenziale della RC16 e nei buoni risultati. E vogliamo ripetere questi risultati nel prossimo futuro. Credo che possiamo raggiungere i nostri obiettivi. E so anche che posso continuare a crescere come pilota. Ho una grande opportunità ora. Tuttavia, ci concentreremo prima sul 2020. Sono grato per questa sfida. I miei ringraziamenti alla famiglia KTM”.

Miguel Oliveira
Miguel Oliveira (getty images)