Leon Camier non è ancora a posto fisicamente. Risalito in sella alla Ducati Panigale V4 R del team Barni Racing a Misano, ha riscontrato dei problemi.

Leon Camier
Leon Camier (foto Barni Racing Team)

I due giorni di test Superbike a Misano erano molto importanti per Leon Camier, reduce da problemi fisici e bisognoso di testare la sua condizione. Purtroppo, le cose non sono andate bene.

L’esperto pilota britannico ha faticato in sella alla Ducati Panigale V4 R del Barni Racing Team. Nonostante i fastidi alla spalla sinistra sembrassero superati durante la pausa, il ritorno in pista ha testimoniato che il 33enne di Ashford è tutt’altro che a posto a livello fisico.

LEGGI ANCHE -> Superbike, Redding da record a Misano: “Non era importante”

SBK, la delusione di Camier a Misano

Camier ha rilasciato le seguenti dichiarazioni al termine del test Superbike disputato a Misano: «Durante lo stop mi sono allenato facendo molta attenzione a non sforzare troppo la spalla. Nelle ultime settimane non ho avuto alcun problema a guidare il Supermotard o il trial. Non so se sia la posizione di guida combinata con la violenta frenata della Superbike o qualcos’altro. Sono davvero molto deluso di non riuscire a guidare al mio livello e a sfruttare a pieno il potenziale della moto. Mi dispiace anche per Barni e per il team, sono un gruppo di ragazzi che lavora sodo e anche ora continuano a seguirmi. C’è qualcosa che non va e, con l’aiuto dei medici, cercheremo di capire al più presto che cosa sta succedendo».

Il pilota inglese è dispiaciuto di questa situazione. Non se l’aspettava. Era convinto che i problemi fisici fossero ormai archiviati e i due giorni al Misano World Circuit Marco Simoncelli non sono stati quelli che si attendeva. Adesso dovrà sottoporsi a nuovi controlli medici per capire come procedere.

Marco Barbabò, team principal di Barni Racing, è a sua volta amareggiato per lo scenario che si è venuto a creare: «Il team crede fortemente nel percorso che abbiamo deciso di intraprendere con Leon e durante questa pausa abbiamo sempre lavorato con la convinzione che le sue condizioni potessero tornare al 100%. I medici ci avevano assicurato che il pilota sarebbe stato pronto alla ripresa del campionato, Leon non aveva dolore durante gli allenamenti, ma quando siamo scesi in pista a Misano, il pilota si è accorto di non riuscire a guidare come sa. Per questo abbiamo deciso di consultare immediatamente i medici e avere il quadro completo della situazione».

La squadra italiana spera che Camier possa essere in buona condizione per l’inizio del campionato. Tuttavia, non va escluso a priori che le tempistiche per il pieno recupero di Leon possano non essere ristrette.

Leon Camier
Leon Camier (foto Barni Racing Team)