Jorge Lorenzo non dà consigli a Pol Espargaro in vista della sua nuova avventura in Honda visti i risultati raccolti nel 2019.

Jorge Lorenzo (Getty Images)
Jorge Lorenzo (Getty Images)

Jorge Lorenzo ha vissuto un anno infernale alla Honda. Il pilota spagnolo giunto nel team giapponese con le stigmate dell’anti-Marquez si è ritrovato prima a dover lottare con una moto troppo lontana dal suo stile di guida e poi è incappato in numerosi infortuni che hanno reso la sua stagione disastrosa.

Il rider iberico a fine anno, spinto dai risultati scadenti e soprattutto dalle troppe cadute rimediate durante il 2019 ha deciso di appendere il casco al chiodo e lasciare la Honda. Durante l’inverno però, ricaricate le batterie, ha deciso di tornare in pista, questa volta alla guida della Yamaha come tester.

Lorenzo: “Sono contento per Petrucci”

Durante un’intervista a MotoGP.com, Jorge ha così parlato dei recenti movimenti di mercato che hanno visto come protagonisti la Honda e la KTM: “Sono contento che Danilo abbia trovato un posto. Ha uno stile completamente diverso dal mio, ma è veloce. Merita un posto in MotoGP. Oliveira è uno dei giovani di talento e merita la KTM. Mi piace lo stile di Binder, come entra nelle curve. Per Pol sarà una grande opportunità la Honda, ma non è una moto semplice. O ti piace oppure no. Pol è molto aggressivo, ma essere allo stesso livello di Marc con la sua moto è difficile. Se accettasse questa opportunità allora dimostrerà il suo coraggio”.

Lo spagnolo ha poi proseguito: “Non mi piace dare consigli ai piloti. Ognuno ha il suo stile. Puoi essere competitivo con molti stili diversi. Con la Honda posso dare pochi consigli perché il mio anno è stato un disastro. Ho avuto anche tanti infortuni. Pol probabilmente farà una stagione molto migliore della mia. Lui è talentuoso, aggressivo e coraggioso non vedo perché non debba andare bene per la Honda“.

Antonio Russo

Pol Espargaro e Jorge Lorenzo (Getty Images)
Pol Espargaro e Jorge Lorenzo (Getty Images)