BMW, l’incredibile addio al modello i8 con 18 modelli “speciali”

Nonostante BMW abbia fatto scendere l’accetta sulla produzione del suo modello i8, gli ultimi 18 modelli saranno ricordati per sempre.

bmw i8
(Image by Motor1)

La produzione della BMW i8 è giunta al termine, ma la casa tedesca ha fatto in modo che l’auto sportiva ibrida uscisse di scena con il botto, realizzando ognuno dei 18 esemplari finali in colori unici. Si trattava di tonalità che non erano mai state applicate al veicolo durante la produzione.

BMW ha detto che la costruzione di 18 auto consecutive in un unico colore rappresentava una sfida. Ha costretto i tecnici a dipingerle a mano. L’azienda ha dovuto anche lavorare con i fornitori per ottenere alcuni componenti nella tonalità personalizzata.

Per la BMW i8, terminare la produzione con un finale come questo è qualcosa di cui tutti possiamo essere molto orgogliosi“, ha detto Hans-Peter Kemser, il direttore della fabbrica.

Molti dei clienti di questi veicoli finali appartenevano alla BMW i8 Club International. Alcuni di questi membri erano presenti quando i veicoli sono usciti dalla catena di montaggio.

Il veicolo finale della produzione era una i8 Roadster a Portimao Blue. Nel corso dei sei anni di produzione, BMW ha costruito circa 20.500 esemplari della i8.

bmw i8
(Image by Motor1)

Anche se la i8 non è stata un grande successo di vendite, il suo futuro sul mercato dell’usato potrebbe essere affascinante. La tiratura relativamente bassa, l’aspetto accattivante e le brillanti prestazioni potrebbero essere la ricetta per un futuro oggetto da collezione. Con l’inizio della produzione nel 2018, ci sono ancora meno unità della i8 Roadster rispetto alla coupé in circolazione.

Non c’è segno che la BMW sostituirà la i8 con un’altra auto sportiva ibrida su un telaio dedicato, tuttavia il marchio sta rapidamente aggiungendo alla gamma modelli ibridi plug-in. Proprio nel 2020, c’è l’introduzione della 330e, della X2 xDrive25e e della X5 xDrive45e. Ancora più modelli ibridi ed elettrici sono in arrivo a causa delle regole più severe sulle emissioni che costringono l’azienda a costruire propulsori più puliti.