Ecclestone maligna sulla Ferrari: “Speriamo che quest’anno sia corretta”

L’ex patron della Formula 1, Bernie Ecclestone, teme che la Ferrari possa trattare in modo scorretto Sebastian Vettel quest’anno rispetto a Charles Leclerc

Bernie Ecclestone con Sebastian Vettel (Foto Mark Thompson/Getty Images)
Bernie Ecclestone con Sebastian Vettel (Foto Mark Thompson/Getty Images)

“Speriamo che la Ferrari sia corretta”. A pungere Maranello è nientemeno che Bernie Ecclestone in persona, ovvero lo storico ex patron della Formula 1. Ma dietro ai suoi sospetti, stavolta, non si nascondono presunte irregolarità tecniche, sulla scorta delle accuse piovute addosso alla Rossa per il suo motore della passata stagione.

No, la questione alla quale si riferisce Mr E riguarda il trattamento del suo amico e alleato Sebastian Vettel, che avendo ormai la certezza di finire fuori dalla Scuderia a fine stagione rischia di essere messo in secondo piano rispetto al nuovo leader Charles Leclerc. “L’unico obiettivo di Sebastian ora è andare più forte di Charles”, ha spiegato Ecclestone ai microfoni del quotidiano svizzero Blick. “In qualifica e in gara. La Ferrari si può scordare gli ordini di scuderia, ma spero solo che si comportino in modo corretto con Sebastian”.

Insomma, ci sarà reale parità di trattamento tra i due ferraristi nel corso dell’annata 2020? L’89enne magnate inglese sembra nutrire qualche dubbio al riguardo, ma sostiene anche che il suo pupillo quattro volte iridato riuscirà comunque a cavarsela bene: “Sebastian è mentalmente troppo forte e attento, è un vero professionista”.

Ecclestone e il possibile addio di Vettel

L’uscita di scena ormai quasi inevitabile di Vettel dalla griglia di partenza della Formula 1 del prossimo anno avrà poi ulteriori contraccolpi negativi per il Mondiale, sostiene Ecclestone. Lo dimostra il fatto che la televisione in chiaro tedesca Rtl non intende rinnovare il contratto per i diritti della trasmissione in diretta del campionato.

“Il loro ritiro dopo trent’anni è dipeso anche da Vettel”, afferma Bernie. “Senza di lui, perderanno una grossa attrazione per i telespettatori. Sarà interessante vedere come reagiranno anche la Svizzera e l’Austria”. Dunque, è più Seb che ha bisogno della Formula 1, o la Formula 1 che ha bisogno di Sebastian?

Leggi anche —> Il triste tramonto di Vettel. Adesso tutti lo vogliono, ma nessuno lo piglia

Bernie Ecclestone con Sebastian Vettel (Foto Clive Mason/Getty Images)
Bernie Ecclestone con Sebastian Vettel (Foto Clive Mason/Getty Images)