Sebastian Vettel è stato il primo a scendere in pista sulla Ferrari SF71H del 2018 nella giornata di test al Mugello. Nel pomeriggio tocca a Charles Leclerc

Sebastian Vettel al test del Mugello (Foto Ferrari)
Sebastian Vettel al test del Mugello (Foto Ferrari)

È stato Sebastian Vettel il primo a tornare in azione al volante della Ferrari, aprendo stamattina la giornata di test privati al Mugello. Nella sua prima uscita in pista dai test pre-stagionali dello scorso febbraio a Barcellona, il quattro volte campione del mondo si è messo al volante della SF71H datata 2018 sul tracciato toscano di proprietà della Rossa.

Per tutto il team si tratta di una giornata importante, organizzata per ritrovare il ritmo di lavoro in vista dell’inizio in ritardo del campionato 2020, scrollandosi di dosso la ruggine della prolungata inattività. Ma per Vettel lo è in particolare, visto che è tornato ad indossare la tuta rossa per la prima volta dopo l’annuncio del suo divorzio dalla Ferrari a fine stagione.

Vettel guida la Ferrari in mattinata, Leclerc nel pomeriggio

Seb si è rimesso nell’abitacolo della monoposto di due anni fa (come prevede il regolamento per le prove private), con cui vinse ben sei Gran Premi, in mattinata, prima di cedere il testimone al suo compagno di squadra Charles Leclerc nel pomeriggio. Il monegasco aveva anticipato questo ritorno al volante la settimana scorsa, con un insolito giro dimostrativo per le strade di Maranello alla guida dell’ultima nata della Scuderia, la SF1000.

Dopo questo shakedown ufficiale, tutta la squadra si preparerà per partire per l’Austria, dove il 5 luglio, sul circuito del Red Bull Ring, prenderà finalmente il via questa tormentata stagione 2020.

Leggi anche —> Ricominciamo! La Ferrari F1 torna in pista per prepararsi al primo GP

Sebastian Vettel al test del Mugello (Foto Ferrari)
Sebastian Vettel al test del Mugello (Foto Ferrari)