Nella prima giornata di test Pol Espargarò sigla il miglior crono ufficioso. Ducati al lavoro su una nuova appendice all’anteriore con Michele Pirro.

Michele Pirro nel test di Misano (photo Twitter)

La prima giornata di test MotoGP a Misano si chiude senza tempi ufficiali, ma secondo i dati ufficiosi è Pol Espargarò a segnare il best lap nel day-1. Con una temperatura dell’aria vicina ai 30°C quattro costruttori hanno girato in pista per proseguire il lavoro sui prototipi del 2020. Assenti Honda e Yamaha, presenti KTM con i piloti ufficiali del team factory e satellite. Per Aprilia c’erano Aleix Espargarò, Lorenzo Savadori e Bradley Smith. Ducati e Suzuki hanno partecipato con i loro collaudatori Pirro e Guintoli.

Il più giovane dei fratelli Espargaró ha siglato il miglior crono in 1’33″0, rimanendo distante otto decimi dalla pole position dell’ultimo Gran Premio di San Marino. Forse il fatto che Pol abbia già partecipato a un precedente test tenuto presso il Red Bull Ring quasi tre settimane fa gli è servito per trovare subito un miglior feeling con la sua moto. Aleix Espargarò ha girato nove decimi più lento della KTM di Pol, precedendo a sua volta Smith di un solo decimo.

Michele Pirro ha provato una nuova appendice più grande situata sulla ruota anteriore che ora copre quasi completamente la forcella. Oltre ai piloti della MotoGP, i membri del team Aruba.it Racing del Campionato mondiale Superbike – Chaz Davies e Scott Redding – hanno effettuato qualche giro di riscaldamento in vista del test che cominceranno domani. Il Kawasaki Racing Team di Jonathan Rea parteciperà al test domani. Il campione nordirlandese è arrivato oggi a Misano dopo aver percorso i 2.400 chilometri dall’Irlanda su strada a bordo di un furgone e in compagnia della sua famiglia.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

De nuevo a 300km/h 🚀 // Back at 300km/h 😍

Un post condiviso da Polyccio44 MotoGP Rider (@polespargaro) in data: