Max Verstappen se la prende con i suoi avversari piloti, sostenendo che molti di loro non vincerebbero nemmeno al volante della Mercedes. Ecco quali

Max Verstappen (Foto Mark Thompson/Getty Images/Red Bull)
Max Verstappen (Foto Mark Thompson/Getty Images/Red Bull)

Max Verstappen a ruota libera. Con la consueta schiettezza, che a tratti rischia di sfociare nella brutalità e nell’arroganza, e che in più di un’occasione lo ha messo in difficoltà anche in passato, il 22enne pilota della Red Bull torna a parlare davanti alle telecamere, stavolta prendendosela con i suoi colleghi.

Il figlio d’arte olandese si candida nella stagione 2020 di Formula 1, che sta finalmente per cominciare, ad essere il nemico pubblico numero uno del campione del mondo in carica Lewis Hamilton. Un fuoriclasse che lui stesso afferma di ammirare, benché poi sottolinei che i successi dell’anglo-caraibico “dipendono in gran parte dalla vettura”.

Quei piloti che non possono vincere, secondo Verstappen

Bravo sì, insomma, ma anche fortunato a sedere al volante della monoposto più veloce della griglia di partenza. Ma non basta, perché Verstappen sostiene anche che molti suoi avversari, anche se si ritrovassero su una Freccia d’argento, non riuscirebbero comunque a vincere il Mondiale. “Il sessanta per cento dei piloti di Formula 1 potrebbero vincere il campionato con la Mercedes. Ma non tutti e venti i piloti ce la farebbero”, ha malignato Max ai microfoni della televisione olandese Ziggo Sport.

Tra i piloti che potrebbero vincere, spiega Verstappen, c’è sicuramente il suo amico Lando Norris. Ma quali sono, invece, quei rivali che Verstappen stima così poco da ritenere incapaci di conquistare il titolo iridato persino con la miglior macchina? L’intervistatore elenca alcuni nomi: Giovinazzi, Stroll, Kubica, Kvyat, Gasly, Grosjean… E Max lo interrompe confermando: “Hai detto bene”.

Insomma, una bella batosta verbale e mediatica riservata a questi piloti. E Alex Albon, il compagno di squadra di Verstappen alla Red Bull? “Non voglio rispondere a questa domanda”, ride lui. Possiamo solo ipotizzare che cosa pensi davvero del suo vicino di box.

Max Verstappen (Foto Mark Thompson/Getty Images/Red Bull)
Max Verstappen (Foto Mark Thompson/Getty Images/Red Bull)