Fabio Quartararo felice delle due giornate di prove effettuate presso il circuito Paul Ricard. Il pilota Petronas Yamaha MotoGP è carico per Jerez.

Fabio Quartararo
Fabio Quartararo (foto Instagram)

Fabio Quartararo vuole farsi trovare pronto per l’inizio del campionato MotoGP 2020. Per questo ha effettuato un test di due giorni sulla pista Paul Ricard in sella a una Yamaha R1.

Il pilota francese ha percorso complessivamente 173 giri. I suoi tempi sono stati interessanti ed è arrivato anche a sfiorare il record della pista. Per il rider del team Petronas SRT due giornate molto importanti, seppur su un mezzo diverso da quello che guida solitamente in MotoGP.

LEGGI ANCHE -> Massimo Rivola: “Un team satellite entro la stagione 2022”

MotoGP, Quartararo felice dei due giorni al Paul Ricard

Quartararo, intervistato da paddock-gp.com, ha così commentato il test svolto in Francia: «È stato grandioso! È andato davvero bene e alla fine della giornata abbiamo avuto buoni tempi sul giro. Ma la cosa più importante è avere sensazioni molto buone. È bello ritrovare una moto da pista e il prossimo passo sarà Jerez, quindi non vedo l’ora».

Al futuro pilota del team ufficiale Yamaha è stato domandato quali aspetti siano stati utili da testare in ottica MotoGP, avendo corso su una R1 al Paul Ricard: «Ci sono molte cose utili. Come velocità, precisione, traiettorie, lavorare con i freni anteriori e posteriori, lavorare con l’accelerazione. Quindi sì, ci sono molte cose che puoi ritrovare in MotoGP. Ovviamente lo stile è totalmente diverso, ma ci sono molte cose che possono tornare utili guidando questa moto».

Quartararo è soddisfatto del lavoro svolto e adesso non vede l’ora di risalire sulla sua Yamaha M1 MotoGP. Sarà interessante vedere se riuscirà a confermarsi anche nel 2020, dopo l’exploit dello scorso anno.