Lucid Motors, ecco quando entrerà in produzione la nuova Air

Lucid Motors ha annunciato che rivelerà la versione di produzione della sua prima berlina di lusso interamente elettrica, la Air, in un evento online il 9 settembre.

lucid motors air
(Image by Insideev)

La startup californiana Lucid Motors ha dichiarato che mostrerà il design finale degli esterni e degli interni della sua prima berlina di lusso interamente elettrica, la Air, e offrirà nuovi dettagli sulle specifiche, le configurazioni e i prezzi dell’auto.

Ma i clienti dovranno aspettare ancora un po’ per mettersi al volante delle loro Airs preordinate a causa della pandemia COVID-19, secondo TechCrunch, che riferisce che il primo lotto di auto che uscirà dalla linea di produzione della Lucid Motors alla fine di quest’anno non sarà venduto. Le prime consegne di auto dei clienti sono state invece rimandate all’inizio del 2021.

L’Air è stato programmato per essere rivelato al Salone Internazionale dell’Automobile di New York 2020 (NYIAS), che si sarebbe dovuto tenere in aprile. Ma come praticamente ogni altro salone dell’auto e grande evento, è stato rinviato a causa della pandemia. Il mese scorso gli organizzatori dello show hanno annunciato che il Salone Internazionale dell’Automobile di New York di quest’anno sarà completamente cancellato.

Invece, Lucid Motors ha passato il tempo a centellinare pezzettini di informazioni sui suoi progressi con l’Air mentre elaborava un piano per il proprio evento rivelatore. L’azienda ha pubblicato alcune foto della fabbrica che sta costruendo a Casa Grande, in Arizona, in aprile, e ha pubblicato video dell’Air che viene sottoposto a test invernali, oltre a fare un viaggio di 643 km tra San Francisco e Los Angeles con una sola carica.

L’Air è stata rivelata per la prima volta in forma di prototipo nel 2016, quindi la berlina è arrivata da tempo agli occhi degli appassionati. Come molte altre startup di auto elettriche, Lucid Motors – che è guidata dall’ex ingegnere capo della Tesla Model S, Peter Rawlinson – si è trovata in difficoltà finanziarie mentre cercava di portare l’Air in produzione, e ha ottenuto prestiti da un hedge fund e da una compagnia di autobus cinese per rimanere a galla, come ha precedentemente riportato The Verge.

Alla fine la compagnia ha ricevuto l’enorme somma di un miliardo di dollari dal Fondo di Investimento Pubblico dell’Arabia Saudita, appena poche settimane prima che il Regno facesse uccidere il giornalista del Washington Post Jamal Khashoggi.

Rawlinson ha detto che il denaro porterà l’azienda in produzione e che i ritardi nell’arrivo hanno dato alla Lucid Motors la possibilità di apportare una serie di miglioramenti alla tecnologia che alimenta l’Air. L’azienda ha detto mercoledì che ora sta anche aumentando le assunzioni.

Quando gli oltre 1.000 dipendenti di Lucid torneranno al lavoro con un approccio graduale basato su mandati locali e statali – senza che nessuno sia mai stato licenziato o messo in aspettativa – riprenderanno il lavoro di sviluppo dei veicoli che è stato solo brevemente ritardato durante il periodo di lockdown“, ha scritto la startup in un comunicato stampa.

Lucid Motors ha dichiarato di aver effettivamente assunto 160 dipendenti negli ultimi 90 giorni, e prevede di aggiungerne altri 700 entro la fine dell’anno.