Il Coronavirus ha mandato in crisi diverse aziende. Tra le vittime illustri della F1 la McLaren che ora starebbe pensando di mettere in vendita alcune sue quote.

McLaren (Getty Images)
McLaren (Getty Images)

Quelli post-Covid si stanno rivelando tempi bui per tutti e pure le realtà che prima della pandemia sembravano solide hanno cominciato a vacillare. Una di queste è la scuderia di Woking che da subito costretta a mettere in cassa integrazione buona parte del personale prima di procedere a 1200 licenziamenti, si è dovuta addirittura appellare alla bontà d’animo dei suoi piloti impegnati nel Circus Carlos Sainz e Lando Norris, poi ben disposti ad aiutare decurtandosi lo stipendio.

A distanza di qualche mese dalla fase emergenziale, il tracollo economico dato dal fermo mercato dell’auto e dall’assenza di competizioni, avrebbero però obbligato la McLaren a compiere un passo ulteriore nella speranza di non chiudere i battenti. La storica equipe di F1 avrebbe deciso di mettere in vendita il 30% delle quote per trovare nuova liquidità e non soccombere.

Secondo quanto diffuso da Sky News, il programma di vendita coinvolgerebbe solamente il dipartimento corse della compagnia britannica, dunque, quello che si occupa della massima serie a ruote scoperte e dalla IndyCar.

L’obiettivo di tale manovra, di certo non esaltante e decisamente triste se si pensa a quanto glorioso è stato il brand fondato da Bruce, è anche quello tornare pian piano ai fasti di un tempo. La squadra infatti, spera di poter sfruttare il budget cap in vigore dal prossimo anno e fissato a 145 milioni per agganciare il trio attualmente inavvicinabile formato da Mercedes, Ferrari e Red Bull e da lì far partire una scalata. Ad oggi il 56% della proprietà del McLaren Group è in mano al fondo Mumtalakat Holding Company del Bahrain, il 14% a Mansour Ojjeh e il 10% a Michael Latifi, papà del driver Williams Nicholas, e il 20% restante è frammentato tra gli azionisti di minoranza.
McLaren - Carlos Sainz Jr. (Getty Images)
McLaren – Carlos Sainz Jr. (Getty Images)

Chiara Rainis