Test a Misano per Aprilia e KTM: tre giorni importanti prima del via

Aprilia e KTM gireranno a Misano la prossima settimana con i piloti ufficiali. Tre giorni di test prima dell’inizio del campionato a Jerez.

Mike Leitner
Mike Leitner (getty images)

Aprilia e KTM sono le uniche squadre che possono beneficiare delle concessioni regolamentari. Hanno già tenuto un test privato a testa dopo il lockdown e la prossima settimana ritorneranno in pista a Misano per altri tre giorni di test, in cui ci saranno anche Michele Pirro con Ducati e Sylvain Guintoli per Suzuki. Per i due costruttori europei saranno fondamentali per limare gli ultimi dettagli su motore e aerodinamica, dal momento che verranno congelati dal 1° luglio come richiede il regolamento “straordinario” per il contenimento dei costi a causa dell’emergenza sanitaria.

Quanto sarà utile compiere un maggior numero di test con i piloti ufficiali? La risposta si avrà solo il 19 luglio, dopo la prima gara a Jerez de la Frontera. “Pol e Brad insieme ai piloti del Tech 3 saranno in pista per questo siamo felici di poter continuare il nostro sviluppo con tutti e quattro. Semplicemente non è possibile fare un altro test prima del GP inaugurale ma questo sarà sufficiente”, ha spiegato Mike Leitner, team manager del Red Bull KTM Factory Racing.

L’importanza del test a Misano

Sarà l’ultimo test prima della partenza del Mondiale a metà luglio, poi sarà il momento degli esami. “Affronteremo questi giorni a Misano in modo completamente diverso perché la pista è stata riasfaltata e quindi non sappiamo com’è il grip – ha aggiunto Leitner a Motogp.com -. È un test importante anche per Michelin, sono molto contenti di sapere che ci saremo sia noi che Aprilia. Sarà un aiuto per i GP che svolgeremo lì. In particolare, per i rookie, è un bene poter tornare in moto prima di affrontare due Gran Premi consecutivi”.

KTM si prepara ad affrontare una stagione inedita, con gare ravvicinate e quasi sempre ripetute a distanza di una settimana sullo stesso circuito. “Questa stagione sarà speciale con molte gare consecutive, quindi i piloti avranno bisogno di una buona strategia per essere forti durante tutto l’anno. Non vediamo l’ora che inizi lo spettacolo. Penso che sia un calendario equo con molti circuiti che hanno caratteristiche diverse. Sarà un’esperienza nuova per tutti: piloti e costruttori”.

Leggi anche —> Petrucci fa le carte al 2020: “Stagione strana, potrebbe cambiare tutto”

Misano World Circuit Marco Simoncelli (photo Facebook)
Misano World Circuit Marco Simoncelli (photo Facebook)