Sfuma l’ipotesi Andrea Dovizioso in Ktm: ora il favorito per il posto alla Casa di Mattighofen è Danilo Petrucci, che se lo gioca con Cal Crutchlow

Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci (Foto Ducati)
Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci (Foto Ducati)

Il sogno della Ktm di agganciare il vicecampione del mondo Andrea Dovizioso è destinato a fallire. Sia perché il forlivese costa troppo, anche per un grosso costruttore come quello austriaco, sia perché la moto di Mattighofen non è tuttora sufficientemente competitiva da rispettare le aspettative di un vincente come Desmodovi. Tutto sembra lasciar intendere che, alla fine di questo braccio di ferro così impegnativo, dopotutto il rinnovo con la Ducati sarà raggiunto.

Ma se per la Ktm questa notizia significherà dover rinunciare al suo piano A, per un altro dei nostri piloti italiani, Danilo Petrucci, peraltro attuale compagno di squadra e molto amico di Dovizioso, potrebbe aprire le porte alla permanenza in MotoGP. Questo ultimo sviluppo ha fatto salire proprio il centauro di Terni, infatti, in cima alla lista dei candidati al sellino che oggi è occupato da Pol Espargarò, destinato però al passaggio alla Honda ufficiale.

Petrucci contro Crutchlow per il posto in Ktm

L’altro nome che la Ktm sta sondando, oltre a quello di Petrucci, è quello di Cal Crutchlow, che a sua volta sarà sostituito da Alex Marquez (retrocesso dalla stessa Hrc) in seno al team satellite Lcr. L’inglese, però, sconta numerosi fattori che lo renderebbero meno gradito del nostro Danilo: intanto l’età (ha ben 35 anni, cinque in più dell’italiano), poi lo sponsor principale (Monster, in diretta concorrenza con la Red Bull che finanzia la Casa austriaca), infine il suo atteggiamento noto per i lamenti e le sfuriate, che lo stanno rendendo sempre più inviso ai grossi costruttori.

Insomma, almeno sulla carta, Petrucci sembra favorito per il posto a Mattighofen. Proprio nei prossimi giorni, lui e il suo manager Alberto Vergani si recheranno nel quartier generale per discutere dell’eventuale contratto. Se la trattativa, per motivi al momento imperscrutabili, si dovesse comunque arenare, a Petrux non rimarrebbe che sperare nella Aprilia, nel caso in cui l’eventuale riconferma della squalifica di Andrea Iannone da parte del Tribunale arbitrale sportivo liberasse improvvisamente un sellino a Noale.

Leggi anche —> Petrucci fa le carte al 2020: “Stagione strana, potrebbe cambiare tutto”

Danilo Petrucci (Foto Ducati)
Danilo Petrucci (Foto Ducati)