Max Verstappen è il favorito per il Gran Premio inaugurale del 2020 in Austria, sulla pista di casa della sua Red Bull. Ma non solo per quello

Max Verstappen (Foto Dustin Snipes/Red Bull)
Max Verstappen (Foto Dustin Snipes/Red Bull)

“Cercherò di lottare per la vittoria ad ogni gara”. Non si può certo dire che Max Verstappen giochi a nascondino o faccia pretattica, alla vigilia della partenza di questo tormentato campionato del mondo 2020 di Formula 1. La sua crescita, in effetti, è stata costante e ininterrotta nelle scorse stagioni, come del resto lo è stata quella della sua Red Bull e dei motori Honda. E adesso sembra davvero giunto il momento di lanciare la sfida definitiva alla Mercedes e alla Ferrari.

“Tutto il team punta a vincere il campionato”, dichiara il 22enne olandese ai microfoni della televisione tedesca Rtl. “Sarà un calendario molto fitto, ma non vedo l’ora di iniziarlo, dopo uno stop così lungo. Le vacanze estive non mi servono”. Per prepararsi, a differenza dei due top team rivali, i Bibitari non possono organizzare un test con una monoposto vecchia di due anni, come è consentito dal regolamento. Il motivo è semplice da spiegare: nel 2018, infatti, le Lattine erano ancora motorizzate dalla Renault, dunque quelle macchine oggi, per motivi tecnici e d’immagine, sono inutilizzabili.

Verstappen carico per il GP di casa della Red Bull

L’alternativa potrebbe essere quella di ricorrere alla cuginetta Toro Rosso, che passò ai motori Honda con una stagione d’anticipo: la squadra di Faenza sta già organizzando una prova privata per la prossima settimana ad Imola e ospiterebbe volentieri anche Verstappen e il suo compagno di squadra Alex Albon. Poi, dopo essersi scrollato di dosso la ruggine, Max penserà solo alla gara inaugurale di quest’anno, prevista per il 5 luglio proprio a casa della sua squadra, al Red Bull Ring dello Spielberg, in Austria. E pazienza se sulle tribune, a porte chiuse, non troverà i tifosi locali a spingerlo: “Alla fine quello che conta è vincere la gara”, ribadisce lui.

Un obiettivo che non sembra così fuori dalla portata, dal momento che è stato lui ad aggiudicarsi le ultime due edizioni dell’appuntamento austriaco. Anzi, i precedenti più recenti indicano proprio Verstappen come il favorito d’obbligo dei pronostici per l’esordio stagionale. E la prima ad ammetterlo è proprio la stessa Mercedes, che teme non poco la concorrenza del figlio d’arte.

I timori della Mercedes

“La Red Bull decisamente ci preoccupa”, confessa Valtteri Bottas ai microfoni di Sky Sport, “perché nei test sono andati forte e sicuramente daranno il massimo in Austria, la loro gara di casa. Loro saranno temibili, ma non sappiamo su cosa abbiano lavorato le altre squadre dopo le prove pre-campionato. A Melbourne non scendemmo in pista nemmeno per una singola sessione, e tutte le macchine erano state profondamente riviste. Credo ancora che i tre top team saremo noi, la Red Bull e la Ferrari. Ma di quale sarà l’ordine e quali saranno i distacchi non ho la minima idea”.

Leggi anche —> Verstappen parla di Vettel e rilancia: “Posso vincere il titolo”

Max Verstappen (Foto Dustin Snipes/Red Bull)
Max Verstappen (Foto Dustin Snipes/Red Bull)