Sito Pons commenta il possibile passaggio di Pol Espargarò in Honda e il “declassamento” di Alex Marquez in LCR nella stagione 2021.

Alex Marquez (Getty Images)
Alex Marquez (Getty Images)

Il mercato piloti è in pieno divenire e continua a tenere banco il possibile passaggio di Pol Espargarò alla Honda. Una decisione che fa tanto discutere, non tanto per la scelta del pilota catalano adesso in sella alla KTM, quanto per l’estromissione di Alex Marquez dal box Repsol Honda senza neppure aver gareggiato un a sola gara. A detta di molti sarebbe un incredibile voltafaccia al campione di Moto2, per altri un modo per togliere pressione ad Alex.

Tra quest’ ultimi c’ è anche Sito Pons: “E’ una questione complicata”, ha detto ad Onda Cero. “Suppongo che sia quello che credevano di dover fare, che è l’opzione migliore per Alex, rimuoverlo dal team ufficiale e portarlo alla classe MotoGP con meno pressione “. Sebbene il secondo anno dovrebbe essere più impegnativo, questo movimento ha forse alle spalle un attore secondario. Marc Marquez. Il fratello maggiore è diventato un pilastro essenziale per HRC e il capo di Pons Racing crede che Alex sia stato condizionato da Marc.

Secondo Sito Pons, i vertici HRC avrebbero chiesto il permesso a Marc Marquez prima di iniziare la trattativa con Pol Espargarò. “Immagino che tutto ciò sarà stato discusso con Marc e Álex e sarà stata una decisione consensuale con tutti. Perché logicamente Marc è in Honda e ciò che non è affatto conveniente è porgere le spalle a Marc. Credo che se lo hanno fatto, è stato con l’accordo di tutte le parti “, afferma Sito Pons, che ritiene vengano forniti tutti i dettagli una volta conclusa la trattativa con Pol Espargarò”. KTM ha il tempo di provare a mantenere il suo pilota fino a metà settembre, come da contratto, e, in tal caso, il piccolo Marquez potrebbe avere il tempo di convincere sull’asfalto.

MotoGP - Alex Marquez (Getty Images)
MotoGP – Alex Marquez (Getty Images)