Cal Crutchlow o Takaaki Nakagami potrebbero passare in Superbike alla fine di questa stagione. Danilo Petrucci trova posto in Aprilia o KTM.

Crutchlow (Getty Images)
Cal Crutchlow (Getty Images)

Il mercato piloti è appena cominciato e non si escludono altre sorprese da qui a stagione iniziata. Uno fra Danilo Petrucci, Cal Crutchlow e Takaaki Nakagami potrebbe approdare in Superbike, dopo il passaggio di Jack Miller al team di fabbrica Ducati e di Pol Espargaro a Repsol Honda, con una conseguente discesa di Alex Marquez nel team satellite LCR Honda di Lucio Cecchinello.

Per il momento nulla di ufficiale, ma l’affare Pol Espargarò-HRC sembra destinato al matrimonio. Danilo Petrucci perde la sua posizione in Ducati, il suo manager Alberto Vergani sta ora negoziando con i team di fabbrica Aprilia e KTM per rimanere nella classe regina. Allo stesso tempo, la Ducati ha già offerto a Petrux la possibilità di correre in SBK con Aruba.it Racing al fianco di Scott Redding a partire dal prossimo anno. Offerta rifiutata dal pilota ternano, che ha buone speranze di poter trovare una sella libera in MotoGP.

Sorprese dal team LCR Honda

Alex Marquez deve lasciare il posto a Pol Espargaro in Repsol Honda e inizierà un nuovo capitolo con LCR Honda il prossimo anno. Quindi o il 34enne Cal Crutchlow o Takaaki Nakagami dovranno lasciare la classe regina. Il britannico potrebbe decidere di andare in pensione anzitempo, anche se non sembra intenzionato ad appendere il casco al chiodo. Finora l’inglese ha escluso un ritorno al campionato mondiale Superbike, ma mai dire mai. “Ci sono sempre diversi fattori che svolgono un ruolo nella scelta di una squadra”, ha spiegato il collaudatore Honda Stefan Bradl in un’intervista a Speedweek.com. “Si tratta di soldi, durata del contratto e quali prospettive sportive hai con il materiale. Posso immaginare che il Campionato mondiale Superbike sia un’opportunità. Nakagami ha corso molte gare a Suzuka, ha esperienza con la superbike. Crutchlow è venuto dal Campionato mondiale Superbike, forse vuole finire lì. Honda ha ora una squadra potente, che potrebbe essere un’alternativa”.

La Honda 2020 di Cal Crutchlow ai box nei test MotoGP di Sepang (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)
La Honda 2020 di Cal Crutchlow ai box nei test MotoGP di Sepang (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)