Aleix Espargaró ritiene complicato respingere un’offerta proveniente dal team Repsol Honda, dove il fratello Pol potrebbe proseguire la sua carriera MotoGP.

Aleix Espargaró MotoGP
Aleix Espargaró (©Getty Images)

Aleix Espargaró continuerà a correre fino al 2022 in Aprilia continuando ad essere al centro del progetto MotoGP della casa di Noale. In attesa di capire il destino di Andrea Iannone, lo spagnolo ha prolungato il contratto.

Il nuovo prototipo ha dato buone indicazioni nei primi test e adesso si attende il responso delle gare. Aprilia ha fatto investimenti importanti per dare una svolta alla propria partecipazione alla top class del Motomondiale, finora scarsa a livello di risultati.

LEGGI ANCHE -> MotoGP, il Mugello rimborsa i biglietti: le informazioni

MotoGP, Aleix Espargaró su rinnovo e Pol

Aleix Espargaró, intervistato da Teledeporte de RTVE, ha espresso le sue sensazioni in merito alla ripresa del campionato MotoGP 2020 a luglio: «Avremo tre-quattro mesi super compressi, dove viaggeremo e praticamente non lasceremo i nostri team, vivremo nel paddock. Penso che sarà emozionante e molto bello».

Il pilota spagnolo non è preoccupato dall’idea di vivere una stagione insolita rispetto al passato. Ed è anche felice ci aver rinnovato il contratto con Aprilia: «Il fatto di poter parlare della lotta per un titolo significa che Aprilia sarà cresciuta molto e che sarò cresciuto anche io come pilota. È molto difficile battere le fabbriche giapponesi, è molto difficile battere Márquez. È molto difficile vincere un titolo mondiale, ma penso che se continueremo a crescere così, nel 2021-2022 Aprilia sarà una sorpresa».

Aleix ha grande fiducia nella casa di Noale, pensa in grande per il futuro. E al futuro sta pensando anche il fratello Pol, diviso tra il rinnovo con KTM e l’approdo in Honda: «KTM sta spingendo forte, lo apprezzano molto e vogliono che rimanga. Non so fino a che punto Honda apprezzerà mio fratello. Ma alla fine, quando la Ferrari ti chiama per esempio, è molto difficile dire di no. Vedremo, penso che la Repsol Honda sia la “squadra dei sogni” nella storia del campionato mondiale MotoGP e se hai questa opzione non sarà facile dire di no».

Normale che Pol Espargarò sia tentato dalla possibilità di approdare nel team Repsol Honda, provando a sfidare Marc Marquez con il suo stesso materiale. Vedremo se accetterà l’offerta oppure resterà in KTM.

Pol Espargaro
Pol Espargaro (Foto Markus Berger/Red Bull)