Anche nel 2021 la Dakar tornerà in Arabia Saudita, ma con un percorso inedito: si partirà da Jeddah il 3 gennaio per ritornarci il 15

Stephane Peterhansel sulla Mini alla Dakar (Foto Flavien Duhamel/Red Bull)
Stephane Peterhansel sulla Mini alla Dakar (Foto Flavien Duhamel/Red Bull)

La Dakar torna anche nel 2021 in Arabia Saudita. Stessa location, ma percorso completamente nuovo per la maratona motoristica nel deserto, che scatterà il prossimo 3 gennaio dalle coste del Mar Rosso, a Jeddah, per poi vivere le successive due settimane attraverso il deserto.

Il giro di boa il 9 gennaio nell’antica città di Ha’il, dove il convoglio si godrà la meritata giornata di riposo. Poi la ripartenza verso il traguardo, e gli attesissimi festeggiamenti, fissato di nuovo a Jeddah il 15. Oltre alle novità nella rotta, anche a livello sportivo sono previste innovazioni, per aumentare la sfida ma anche per migliorare la sicurezza.

Tutte le novità della Dakar 2021

Il libro delle note di ciascuna tappa sarà infatti consegnato ai concorrenti solo dieci minuti prima della partenza e questo metterà alla frusta le capacità di navigazione di ogni singolo equipaggio. Giro di vite anche per quanto riguarda le gomme: durante le tappe marathon non sarà consentito il cambio per le auto, mentre le moto avranno a disposizione solo otto pneumatici posteriori per l’intero rally.

A favore della sicurezza, invece, saranno previsti avvisi sonori nelle zone più pericolose, e in altre sarà imposto il limite di velocità a 90 km/h. Obbligatori i giubbotti airbag, che saranno ispezionati durante i controlli tecnici dagli ufficiali di gara. “Nel 2020, tappa dopo tappa, e a volte in più occasioni durante la stessa frazione, il maestoso paesaggio di questa regione ci ha lasciati sbalorditi”, ha commentato il direttore della Dakar, David Castera. “Ma l’Arabia Saudita ci ha rivelato solo una piccola parte dei suoi misteri, lasciandoci molte sorprese in serbo per la prossima edizione del gennaio 2021”.

Parallelamente, e con la stessa partenza e lo stesso arrivo, sarà organizzata la prima edizione della Dakar Classic, la gara riservata alle auto d’epoca come Renault 20, Lada Niva, Toyota Celica, Land Rover Defender e Porsche 959.

Luciano Benavides sulla Ktm alla Dakar (Foto Eric Vargiolu/Dppi/Red Bull)
Luciano Benavides sulla Ktm alla Dakar (Foto Eric Vargiolu/Dppi/Red Bull)