Russell: “Leclerc e Sainz resteranno in Ferrari per 6-7 anni almeno”

George Russell ha spiegato la mossa della Ferrari di mettere sotto contratto due piloti giovani come Leclerc e Carlos Sainz.

Sebastian Vettel (Getty Images)
Sebastian Vettel (Getty Images)

George Russell è uno dei talenti più limpidi della F1, ma purtroppo per lui al primo anno si è ritrovato con una vettura molto lontana da tutte le altre. I problemi economici della Williams, infatti, si sono riflessi in pista con il pilota britannico, che spesso si è ritrovato a dover lottare da solo nelle retrovie con il proprio compagno di team Kubica.

Durante un’intervista a RTL, Russell, commentando la linea-up della Ferrari 2021 ha così affermato: “In qualsiasi settore devi cominciare a guardare il futuro. Ora alla Ferrari hanno già Leclerc, che ovviamente sta facendo un lavoro incredibile e continuerà a farlo nei prossimi anni. Ora però hanno messo Carlos al suo fianco. A questo punto è un team che avrà sicuramente gli stessi piloti per i prossimi 6-7 anni. Se guardiamo indietro ad esempio la Ferrari ha avuto Schumacher e Barrichello per molto tempo”.

Progetto a lungo termine

Il driver inglese ha poi proseguito: “Lewis e Nico avevano una macchina fantastica nel 2014, ma sono diventati sempre più forti e sono sicuro che la stabilità li ha aiutati molto. Ho guidato per la Mercedes per 4 anni. Mi hanno aiutato molto nel mio sviluppo in GP3, in F2 e poi portandomi in F1. Per me sono come una famiglia”.

Infine Russell ha così concluso: “Non è un segreto che tutti i piloti vogliono poter vincere gare e campionati. Credo che nessun pilota respingerebbe l’ipotesi Mercedes. Sono la squadra migliore”. Insomma a quanto pare il giovane pilota inglese accarezza anche lui come Bottas, Ocon e Vettel l’idea di poter sedere nel 2021 accanto a Lewis Hamilton.

Antonio Russo

Ferrari (Getty Images)
Ferrari (Getty Images)