Marc Marquez: “Pedrosa e Rossi erano i miei beniamini”

Marc Marquez non parla delle voci sul possibile trasferimento di suo fratello Alex in LCR. E ricorda il suo anno di esordio in MotoGP.

Marc Marquez (Getty Images)
Marc Marquez (Getty Images)

A soli 20 anni Marc Marquez ha conquistato nel 2013 la prima delle sue sei corone della MotoGP, un debutto meteorico che ha inevitabilmente reso il Cabroncito un rivale da battere per Jorge Lorenzo, Dani Pedrosa, Valentino Rossi sin dalla prima gara.

Nel corso del podcast ‘Carreras Cruzadas’ il fenomeno di Cervera ha spiegato come all’inizio tutti li consideravano un “novellino”, prima di rendersi conto che fosse un vero candidato per il titolo mondiale. Secondo lo stesso Marc, nessun anno è stato così divertente in MotoGP come quello del 2013: ” È stata la stagione in cui mi sono divertito di più. Non c’è stata molta pressione, anche se logicamente nelle ultime gare la senti e ancora di più quando i rivali e la stampa iniziano a farti pressione in modo diverso. Ma quell’anno non c’è stata alcuna pressione, è stato semplicemente divertente”.

Pedrosa e Rossi i suoi punti di riferimento

Poco prima di entrare nella classe regina, Marc ricorda il nome dei piloti che aveva come riferimento, uomini che in seguito riuscì a battere in MotoGP: “Avevo come riferimento anche nomi con cui sto competendo ancora oggi. Come potrebbe essere Valentino Rossi, ma anche Mick Doohan, Dani Pedrosa, Crivillé che fu il primo spagnolo a vincere nel 500. Ma più di tutti Dani Pedrosa e Valentino Rossi furono quelli che vinsero quando era piccolo e che cercavo di imitare”.

Molte volte Marc Marquez è stato criticato per riuscire a vincere solo con la Honda e non voler tentare l’avventura con un altro costruttore. “Sono sempre stato molto chiaro. Ci sono due Honda o due moto identiche alla mia, quella che guida il mio compagno di squadra e quella di Cal Crutchlow, voglio sentirmi a mio agio e felice ovunque io sia, e se mi sento felice e le cose vanno bene, perché cambiare? Non ho bisogno di ulteriore motivazione”.

MotoGP - Marc Marquez (Getty Images)
MotoGP – Marc Marquez (Getty Images)