Il team principal della Petronas, Razlan Razali, rivela che Valentino Rossi è a un passo dalla firma con la sua squadra per il 2021

Valentino Rossi con la tuta del team Petronas (Fotomontaggio di TuttoMotoriWeb.com)
Valentino Rossi con la tuta del team Petronas (Fotomontaggio di TuttoMotoriWeb.com)

Accelerata nei negoziati tra Valentino Rossi e la Petronas: il contratto che legherebbe il Dottore alla squadra satellite Yamaha nel 2021 ora è davvero ad un passo. A rivelarlo è Razlan Razali, il team principal della scuderia malese. “Le trattative finora sono state positive”, ha spiegato ai microfoni del sito BHOnline. “Se entrambe le parti troveranno un accordo, allora potremo procedere verso la fase finale. Tuttavia, il contratto non è ancora stato finalizzato”.

Da quando il suo posto nel team ufficiale è stato preso da Fabio Quartararo per il 2021, gli orizzonti del fenomeno di Tavullia si sono orientati unicamente verso la Petronas. Eppure, nel corso delle settimane, diversi ostacoli hanno rischiato di compromettere la stretta di mano: prima i dubbi dello stesso Rossi sulla prosecuzione o meno della sua carriera, poi le divergenze sul numero di tecnici che si sarebbe potuto portare dietro in questa nuova avventura.

Petronas accoglie a braccia aperte Valentino Rossi

Ostacoli che, evidentemente, oggi sarebbero tutti superati. La data della firma, infatti, sembra avvicinarsi, anche su pressione della stessa Yamaha che vorrebbe finalizzare i piani per il 2021 entro fine giugno. Conferma ancora Razali: “Speriamo che questo problema possa essere risolto prima dell’inizio del prossimo mese. Valentino Rossi non è un pilota normale, perciò le trattative non sono semplici, coinvolgono molte parti diverse e abbiamo molto da discutere insieme. Presto terremo una videoconferenza con lui, che vuole sapere che cosa si aspetti la squadra”.

In compenso, la Petronas sembra essersi convinta che il nove volte iridato sia il portacolori perfetto per loro: “Vista la situazione attuale”, conclude Razali, “ci serve stabilità. Sarebbe utile ingaggiare un pilota che ce la possa garantire. E poi potrebbe addirittura ritirarsi nella nostra squadra: questo sarebbe un onore”.

Leggi anche —> Valentino Rossi: “Ho fatto più di quanto pensassi, vi svelo il mio sogno”

Valentino Rossi (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)
Valentino Rossi (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)