Mercedes come Ferrari. Futuro americano anche per il team tedesco?

Sulla scia di quanto deciso dalla Ferrari anche la Mercedes starebbe valutando la possibilità di impegnarsi in altre serie oltre alla F1.

Mercedes (©Getty Images)

Il tanto desiderato e finalmente diventato realtà budget cap ha portato a due risultati. Se da un lato a partire dal 2021 i team minori potranno avere maggior voce in capitolo quando a parlare sarà la pista, dall’altro i big si sono trovati davanti alla necessità di trovare delle alternative per non licenziare il numeroso personale impegnato nei settori di ricerca e sviluppo per la F1. Non appena arrivato l’ok all’introduzione del tetto di spesa progressivo che partirà da 145 milioni di dollari per arrivare a 135 milioni nel 2023, la Ferrari si è subito messa in contatto con la IndyCar per dare vita ad un progetto statunitense a partire dal 2022 e ora pure la Mercedes starebbe pensando di fare qualcosa di analogo per non disperdere le risorse a disposizione.

“Questa novità ci porterà a modificare il modo in cui ci approcciamo allo sport”, ha dichiarato a Motorsport.com il responsabile delle Frecce d’Argento Toto Wolff. “E chi lo sa? Magari potremmo impegnarci in altre categorie così da mantenere il know-how e le competenze all’interno della Casa della Stella”.

Quindi, giusto per sgombrare il campo dalle costanti dicerie sul prossimo addio del marchio al Circus, serie in cui ha saputo dominare dal 2014, ovvero dall’anno d’avvio dell’era ibrida ai giorni nostri, il manager austriaco ha ribadito che la Daimler continuerà ad investire in quella che è una piattaforma senza eguali in termini di pubblicità.

“Al di là dell’aspetto marketing per il nostro brand la F1 è essenziale per il trasferimento della tecnologia sulle auto stradali”, ha spiegato il 48enne. “E’ vero che ogni anno si discute delle attività e degli investimenti, ma certe indiscrezioni sono solo materia creata ad arte per aumentare i click e fare i titoloni”, ha poi lanciato una frecciata ai media.

Il team principal della Mercedes, Toto Wolff (Foto Mercedes)
Il team principal della Mercedes, Toto Wolff (Foto Mercedes)

Chiara Rainis