Chicho Lorenzo: “Pedrosa è stato un pilota sfortunato”

Il padre di Jorge Lorenzo tesse le lodi di Dani Pedrosa, capace di vincere 31 GP in classe MotoGP nonostante le sue dimensioni fisiche inedite.

Dani Pedrosa MotoGP KTM
Dani Pedrosa (getty images)

Dal suo canale YouTube Chicho Lorenzo, papà di Jorge, ha parlato di Dani Pedrosa e del suo segreto per vincere in MotoGP, rispondendo alle domande che i suoi follower gli hanno posto durante la settimana. Senza peli sulla lingua, qualcosa che lo caratterizza, Lorenzo ha parlato di diversi argomenti.

Da quando Dani Pedrosa ha iniziato la sua carriera sportiva nel Motomondiale, la sua altezza e il suo peso sono sempre stati oggetto di dibattito e domande. In questa occasione, un fan ha chiesto al papà di Jorge Lorenzo se pensava che la statura di Pedrosa lo avvantaggiasse di più nelle categorie inferiori rispetto alla classe MotoGP. “La questione Pedrosa è un caso molto estremo. Pedrosa ha un’altezza di 1,62 e quando correva in 250cc pesava 48 chili. Non è solo piccolo, ma ha anche una massa corporea leggera”, ha commentato Chicho. “Non c’è stato un altro pilota come lui nella categoria principale. Tuttavia, ciò non gli ha impedito di ottenere le sue 31 vittorie in MotoGP”.

Leggi anche —> Valentino Rossi: “Ho fatto più di quanto pensassi, vi svelo il mio sogno”

Pedrosa pilota “sfortunato”

Chicho Lorenzo ha sottolineato che il segreto di Dani Pedrosa per vincere in MotoGP era quello di essere un pilota molto tecnico. “Fin dall’inizio, tutti i piccoli piloti che sono veloci lo sono perché hanno molta tecnica. Questa tecnica è stata sviluppata durante la sua carriera sportiva. L’intera generazione di Pedrosa, Márquez, Lorenzo… tutti hanno iniziato a correre da due, tre o quattro anni e a competere con altri piloti”, ha aggiunto il papà del collaudatore Yamaha. “Il piccolo pilota è sempre dietro gli altri in termini di forza fisica. E per essere in grado di competere con loro, ciò che devono fare è sviluppare molta tecnica”.

E confessa che, dal suo punto di vista, Pedrosa ha avuto un po’ di “sfortuna” nella sua carriera in MotoGP, motivo per cui non ha vinto un titolo. “Credo che il problema di Pedrosa non sia la dimensione. Il problema di Daniel Pedrosa è che non gli sono state date le giuste circostanze per vincere i campionati del mondo. C’erano altri piloti che hanno vinto molte meno gare e sono diventati campioni del mondo, è il caso di Hayden… Pedrosa ha continuato a vincere 31 gare durante la sua carriera sportiva e non è mai riuscito a diventare campione del mondo”.

Dani Pedrosa (getty images)