Jorge Lorenzo ha raccontato del Mondiale vinto nel 2015 a suo dire il più complicato della sua carriera a causa del ritardo accumulato nelle prime gare.

Valentino Rossi e Jorge Lorenzo (Getty Images)
Valentino Rossi e Jorge Lorenzo (Getty Images)

Jorge Lorenzo ha vinto tre Mondiali in MotoGP, l’ultimo dei quali nel 2015 dopo una dura lotta intestina nel team Yamaha con Valentino Rossi. I due in quell’anno si sono scontrati più volte in pista e fuori, ma ad esacerbare gli animi ci fu soprattutto la lite tra Marquez e il Dottore. Lo spagnolo fu accusato dal #46 di averlo ostacolato nella lotta al titolo.

Dopo lo scontro in Malesia tra Valentino e Marc continuarono le polemiche per la penalità comminata al Dottore nell’ultimo appuntamento a Valencia dove alla fine Lorenzo riuscì a conquistare il titolo vincendo la gara mentre Rossi chiuse 4° dopo una grande rimonta dal fondo della griglia.

Lorenzo e i momenti difficili vissuti nel 2015

Durante una video intervista su YouTube con Ben Spies Jorge Lorenzo ha così affermato: “Per battere tutti quei piloti devi allenarti al 100%. A Barcellona volevo solo divertirmi un po’, non provare a fare un risultato speciale. Il titolo più complicato da vincere è stato quello del 2015. Valentino ha vinto la prima gara in Qatar ed io ero 4° e da quel momento sono rimasto indietro nel campionato”.

Lo spagnolo ha poi proseguito: “Sono stato 17 gare al secondo posto dietro di lui e cercavo di prenderlo e talvolta vedevo impossibile il Mondiale, tipo quando mi sono rotto i legamenti in allenamento a casa. A Motegi non stavo bene. Lì, con la pioggia, sono arrivato 3°, Valentino mi ha battuto ed ero molto lontano. Penso di aver perso tutto, ma poi è arrivata la Malesia ed è arrivata l’opportunità di vincere la Coppa del Mondo a Valencia e non l’ho sprecata. Sono stato leader solo dopo l’ultima gara”.

Antonio Russo

Lorenzo e Valentino Rossi (Getty Images)
Lorenzo e Valentino Rossi (Getty Images)