Jack Miller può affrontare la stagione MotoGP 2020 senza stress dopo la firma con il team Ducati factory. E vuole regalare emozioni a Pramac Racing.

Jack Miller (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)
Jack Miller (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)

La firma di Jack Miller con il team Ducati factory ha fatto breccia nel mercato piloti della Top Class suscitando pareri contrastanti. Fatto sta che l’australiano si è reso protagonista di un finale di campionato 2019 davvero positivo, anche se ancora gli manca la vittoria con la Desmosedici. La firma del contratto gli consentirà di avere la mente sgombra da pensieri nella prossima stagione e sarà chiamato ad una prova di forza attesa da team e tifosi.

Il 25enne australiano ha guadagnato questa opportunità grazie al duro lavoro, come ha sottolineato nell’intervista “Under the Visor” a Chris Vermeulen. “Ci ho lavorato per molti anni, ma è strano in questi tempi incerti”, ammette il pilota Pramac Racing, che verrà sostituito da Jorge Martin. “Sono contento che tutto sia finito adesso, perché ora non ho più stress quest’anno. E posso davvero concentrarmi sul fare del mio meglio e ottenere alcuni risultati positivi per il team Pramac in modo che abbiano qualcosa da festeggiare ”, ha dichiarato Jack Miller che è ancora in Australia, in attesa di poter tornare in Europa non appena la situazione sanitaria sarà meno preoccupante e consentirà di spostarsi liberamente.

L’australiano ha in mente di regalare una prima vittoria alla squadra che gli ha fatto da trampolino di lancio. “In, quello che ho fatto in passato. Quando passato a volte mettevo troppa pressione per arrivare in testa, cosa che alla fine ha richiesto molto tempo. Devi capire qual è il tuo ritmo e che una gara non dura solo dieci o quindici giri”, ha spiegato Jack Miller. Gli ultimi 5-6 giri in particolare sono cruciali: “Non devi lasciare che le tue emozioni ti trascinino. Quando sono stato superato ho iniziato a fare errori, il che ha scatenato una reazione a catena”.

Jack Miller (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)
Jack Miller (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)