Aprilia e MV Agusta puntano al ritorno nel Mondiale Superbike

Il campionato mondiale Superbike in futuro si arricchirà con il rientro di Aprilia e MV Agusta, che già pianificano il progetto per tornare nella classe.

Max Biaggi Aprilia
Max Biaggi sull’Aprilia Superbike (©Getty Images)

La griglia del campionato mondiale Superbike comprende ben cinque case costruttrici, ma in futuro potrebbero diventare di più. Infatti, sia Aprilia che MV Agusta meditano il ritorno.

La casa di Noale ha lasciato il WorldSBK al termine del 2018 per concentrarsi sulla MotoGP. Tuttavia, per il futuro valuta un rientro nella categoria. Come riportato da Speedweek, sono iniziate già le manovre di Aprilia per spingere Dorna ad attuare un cambiamento regolamentare che le permetta di schierare la RSV4 1100 Factory.

Le attuali regole permettono di impiegare moto quattro cilindri solo da 1000cc. Serve un intervento della Dorna per modificare la situazione e permettere ad Aprilia di schierare il proprio mezzo. Nel CIV Superbike ciò le è consentito e la casa di Noale spera di poter tornare a gareggiare nel Mondiale SBK in futuro.

Anche per quanto concerne MV Agusta l’uscita dalla categoria è avvenuta a fine 2018. Il prestigioso marchio italiano è comunque rimasto nel Mondiale Supersport ed è anche riapparso in Moto2 grazie alla collaborazione con il team Forward Racing.

Timur Sardanov, direttore esecutivo MV Agusta, in un’intervista concessa a MCN ha spiegato gli intenti dell’azienda: “La nostra piattaforma che è legata al progetto della F4 è stata interrotta. Ma verrà ripresa entro cinque anni ed in questo modo torneremo a correre nel Mondiale Superbike”.

Il manager russo fa capire che esiste l’obiettivo di rientrare nel campionato delle derivate di serie, però serviranno alcuni anni. Ci sarà un nuovo progetto F4, la moto sportiva nata nel 1998 e diventata iconica.