Valentino Rossi ha raccontato che le sue ultime vittorie, ottenute più di rado, gli hanno dato in un certo senso maggiore gusto di quelle dei primi anni.

Assen 2017 - Valentino Rossi (Getty Images)
Assen 2017 – Valentino Rossi (Getty Images)

Valentino Rossi dopo un’intera carriera da primo della classe negli ultimi anni si è ritrovato a dover lottare con l’unico avversario imbattibile che si è ritrovato davanti: il tempo. Il Dottore, infatti, appesantito dall’età e dal grave infortunio rimediato al Mugello nel 2010 non è più riuscito a ripetere quelle fantastiche stagioni dove otteneva una decina di vittorie all’anno.

Nonostante ciò ha comunque stupito tutti riuscendo, nonostante i suoi 40 anni a mantenere un rendimento alto che lo ha portato ad esempio nel 2018 addirittura a chiudere la stagione sull’ultimo gradino del podio iridato.

Valentino racconta le emozioni di questi ultimi anni

Il Dottore durante questi ultimi anni ha vinto meno rispetto al passato, ma ogni suo successo è stato sottolineato in un certo senso come una vera e propria impresa vista l’età avanzata.

Durante un’intervista rilasciata ad Alex Zanardi, al programma Non Mollare Mai, Valentino Rossi ha proprio raccontato delle intense emozioni provate in questi ultimi anni dove i successi si sono rarefatti: “Io ho avuto una prima parte di carriera dove ho vinto tantissimo ed è stato già bellissimo quello. Pochi campioni sono riusciti a vincere tanto. Il dopo, gli anni più difficili, dove ho vinto meno, dove ho avuto più delusioni, ci sono state giornate invece dove ho avuto più gusto delle stagioni dove vincevo magari 10-11 gare”.

Al momento Valentino rincorre un successo che manca da più di due anni, anche se nelle ultime due gare del 2018 c’era andato molto vicino prima di scivolare in entrambe le occasioni negli ultimi giri della gara.

Antonio Russo

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)