Valentino Rossi ha confessato di aver raccolto durante la sua carriera più di quanto non avesse mai immaginato di fare in MotoGP.

San Siro - Valentino Rossi (Getty Images)
San Siro – Valentino Rossi (Getty Images)

Valentino Rossi in circa 24 anni è riuscito a scalare le classifiche del motociclismo attestandosi come uno dei piloti più vincenti di sempre. Naturalmente però quando nel 1996 si affacciò per la prima volta nel Motomondiale il Dottore non poteva minimamente immaginare che avrebbe avuto una carriera così sfavillante.

L’inizio in 125 non fu di certo di quelli da ricordare. Per cominciare ad intravedere il talento di Valentino, infatti, si dovette attendere circa mezzo campionato, quando in Austria riuscì a portare a casa il primo podio in carriera, mentre la gara successiva a Brno arrivò il primo successo. Dal 1997 invece la carriera del rider di Tavullia spiccò definitivamente il volo senza più fermarsi.

Valentino Rossi: “Stiamo ritornando alla normalità”

Il Dottore negli anni successivi è riuscito a portare a casa 9 titoli iridati, ma anche 115 successi, 234 podi e 65 pole, più una serie infinita di record, che ancora oggi resistono nel Mondiale di MotoGP.

Intervistato da Alex Zanardi, durante la trasmissione Non Mollare Mai, Valentino Rossi ha così parlato della ripartenza del Motomondiale e di questo periodo di lockdown: “Purtroppo ci siamo dovuti fermare per due mesi. Non sono potuto andare in moto per un lungo periodo. Ora abbiamo ricominciato e siamo ritornati, non dico completamente, ma ad una vita normale.

Il pilota italiano ha poi commentato la sua carriera così ricca di successi: “Il mio sogno era vincere, diventare campione del mondo, però sinceramente non sapevo nemmeno io cosa aspettarmi. Alla fine ho fatto di più di quello che mi aspettavo. Sono contento”.

Antonio Russo

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)