Jorge Lorenzo indica Marc Marquez come grande favorito per la stagione 2020, ma avverte: “Ma ci sono piloti che possono batterli”.

Jorge Lorenzo (Getty Images)
Jorge Lorenzo (Getty Images)

Marc Marquez sembra non avere rivali nel campionato MotoGP. Da quando ha esordito nella massima serie nel 2013 ha sempre vinto, ad eccezione della stagione 2015, quando a trionfare fu Jorge Lorenzo. Nel corso degli anni il fenomeno di Cervera ha collezionato 6 titoli in MotoGP e un numero sempre crescente di record, che spingono Jorge a indicarlo come grande favorito per il prossimo Mondiale.

Nel 2019 abbiamo visto il Marc più maturo e prudente della storia, in grado di salire sul podio in tutte le gare tranne Austin, dove è andato a terra mentre era in testa alla gara con notevole vantaggio. Questa impressionante coerenza ha permesso al campione HRC di stabilire un nuovo record di punti segnati nella stessa stagione, 420, ottenendo il suo ottavo titolo mondiale quando c’erano ancora quattro Gran Premi per terminare la stagione.

Jorge Lorenzo infonde fiducia agli avversari

Le cifre di Marc sono pazzesche, ecco perché Jorge Lorenzo non esita a indicare il suo ex compagno di squadra quando parla di chi sarà il favorito per aggiudicarsi il titolo 2020. “Ovviamente Marc è il favorito, perché è il campione in carica e ha vinto sei titoli su sette” , spiega Lorenzo in un’intervista offerta a Motogp.com. “Non c’è dubbio. Ma non è imbattibile. Di sette campionati ne ha vinti sei, è incredibile, nessuno ha mai fatto una cosa del genere. Nessuno ha vinto nella sua stagione di debutto. È qualcosa di incredibile, un talento naturale. La sua ambizione, non ha paura di cadere, è difficile da abbinare “.

L’ormai collaudatore Yamaha non dubita delle capacità del Cabroncito, ma allo stesso tempo ammette che Marquez, come qualsiasi altro atleta d’élite sul pianeta, a volte può anche fallire: “Come qualsiasi altro atleta al mondo, ha anche i suoi punti deboli”. Non solo per quanto riguarda la prestazione fisica e psicologica, ma anche per quanto riguarda la moto. “Penso che ci siano anche altri piloti di grande talento in MotoGP, è la categoria più alta del motociclismo mondiale, sono i migliori dei migliori… Io l’ho fatto nel 2015, Dovizioso era vicino a raggiungerlo nel 2017 quando nessuno se lo aspettava e Fabio nella sua stagione di debutto ha combattuto con lui in diverse gare. Ciò significa che se Marc e Honda hanno dei problemi, gli altri piloti e costruttori possono batterli”.

MotoGP – Jorge Lorenzo (Getty Images)