La F1 2020 arriva fino a settembre e il futuro è un’incognita

Reso noto il calendario definitivo per la tranche europea del mondiale di F1, ma su ciò che accadrà da ottobre regnano i dubbi.

F1 (©Getty Images)

Il rischio forte è quello di assistere ad un mundialito sprint e poi da inizio settembre il nulla. Se guardiamo a cosa sta accadendo nel motomondiale l’autunno del motorsport potrebbe tingersi a tinte ancora più fosche.

Considerato il movimento della pandemia riesce difficile credere che si potrà tranquillamente andare a correre in Giappone o nella new entry Vietman, per parlare dell’Asia, piuttosto che in Brasile, dove il Coronavirus ha reso davvero drammatica una situazione già non esaltante, o in Messico, in cui la malattia è arrivata in un secondo momento, però poi è deflagrata con uguale intensità. Sarebbe dunque da ingenui non chiedersi cosa ne sarà del campionato che avrebbe dovuto scattare lo scorso 15 marzo dall’Australia e che ad oggi non ha visto neppure un semaforo spento.  Le uniche buone nuove potrebbero arrivare da Bahrain ed Abu Dhabi, appena sfiorate dalla Sars-COV2. Ma quando? A cavallo stra novembre e dicembre come previsto dalla bozza pubblicata in precedenza da Libery Media? E in mezzo cosa si farà? Ci sarà un altro stop? C’è chi ipotizza l’inserimento del Mugello al posto di Baku. Ci domandiamo. Il tracciato è pronto ad ospitare la F1?

A questo martedì sono intanto state confermate le due gare d’apertura in Austria il 5 luglio con replica il weekend successivo. Il 19 dello stesso mese, invece, si andrà in Ungheria. Quindi, complice una quarantena meno severa rispetto ai dettami iniziali per il personale legato alla serie, ad agosto ci si fermerà per due settimane in Gran Bretagna. Infine il governo belga ha dato l’ok per mantenere la collocazione del 30/8 per Spa, così come successo in Italia per Monza che, a porte chiuse sarà protagonista il 6 settembre.

Calendario europeo di F1 2020

5 luglio Austria
12 luglio Austria
19 luglio Ungheria
2 agosto Gran Bretagna
9 agosto Gran Bretagna
16 agosto Spagna
30 agosto Belgio
6 settembre Italia

Il circuito di Silverstone che ospita il Gran Premio di Gran Bretagna di Formula 1 (Foto Ferrari)
Il circuito di Silverstone che ospita il Gran Premio di Gran Bretagna di Formula 1 (Foto Ferrari)

Chiara Rainis