La Mercedes potrebbe cambiare nel 2021 uomini, piloti, forse anche il marchio, diventando Aston Martin. L’indiscrezione viene dalla rivale Red Bull

Una delle fabbriche della Mercedes F1 in Inghilterra (Foto Steve Etherington/Mercedes)
Una delle fabbriche della Mercedes F1 in Inghilterra (Foto Steve Etherington/Mercedes)

Una rivoluzione silenziosa. Un cambiamento significativo, anche se poco evidente. È quella che sta avvenendo dietro le quinte della Mercedes, il team campione del mondo in carica, dominatrice dell’epoca contemporanea della Formula 1, almeno stando ai retroscena resi noti da uno dei suoi principali avversari: la Red Bull.

A parlare, come suo solito senza peli sulla lingua, è il plenipotenziario Helmut Marko, che pur senza scendere nel dettaglio lascia intendere che nei prossimi mesi la scuderia anglo-tedesca potrebbe apparire molto diversa da come abbiamo imparato a conoscerla fino a questo momento: “Aspettiamo di capire quali sviluppi ci saranno alla Mercedes”, ha dichiarato l’ex pilota e manager austriaco ai microfoni del quotidiano Oesterreich. “Sento che stanno avvenendo molte cose da quelle parti, in termini di personale”.

Wolff e Stroll lanciano un’opa sulla Mercedes

Un cambio di fisionomia annunciato, dunque, per la squadra di Brackley, che potrebbe partire dai piani più alti. Non è certo una nuova speculazione quella secondo cui l’attuale team principal Toto Wolff si sarebbe alleato con il proprietario della Racing Point, il suo amico Lawrence Stroll, per acquisire una quota azionaria del futuro team Aston Martin.

Ma negli ultimi giorni è spuntata anche un’ulteriore voce, ancora più clamorosa: quella secondo cui il duo StrollWolff potrebbe addirittura prendere a partire dal 2021 l’intero controllo del team Mercedes, che il gruppo Daimler sarebbe ben contento di cedere loro in cambio di un ulteriore pacchetto azionario del marchio Aston Martin. Marko, sul punto, dà l’impressione di saperne più di quanto sia disposto a dichiarare: “Non voglio prendere parte in queste indiscrezioni”, prosegue. “Se la Mercedes sarà ancora in Formula 1, bene: vogliamo batterla. Altrimenti, sarà un team diverso”.

Arriva anche Vettel?

Diverso negli uomini, forse diverso nel marchio, ma magari anche nei piloti. Nonostante le oggettive difficoltà nell’allestire un dream team con Lewis Hamilton, infatti, si continua a parlare di un possibile approdo di Sebastian Vettel alla Freccia d’argento, magari approfittando di un cambio di identità nel 2021 con il nome Aston Martin. Insomma, potremmo doverci abituare ad una scuderia molto diversa da quella che ha trionfato a ripetizione negli ultimi campionati del mondo di Formula 1. Ma non è detto che sarà meno vincente.

Leggi anche —> Mercedes lascia la Formula 1? La risposta del costruttore tedesco

Mercedes (Getty Images)
Mercedes (Getty Images)