La Ferrari e Daniel Ricciardo si sono sempre piaciuti ma mai presi. Ora la scuderia lancia la caccia al suo erede in Australia.

Daniel Ricciardo (©Getty Images)

Come lo stesso Daniel ha confessato nei giorni scorsi i contatti tra lui e la Rossa sono stati costanti negli anni, ma mai, per un motivo o per un altro, si sono concretizzati in una collaborazione. L’ultimo esempio lo abbiamo avuto con l’annuncio di Carlos Sainz, preferito al fianco di Charles Leclerc a partire dal 2021. Quella che poteva essere una porta socchiusa per il driver di Perth si è trasformata in chiusa. Per l’ennesima volta in una carriera che forse, a fronte di un innegabile talento, avrebbe potuto essere diversa.

Dal canto suo il Cavallino, attratto dalle doti del 30enne, istrionico, accattivante, veloce ed aggressivo in pista, ha deciso in un certo senso di dimostrare il proprio apprezzamento avviando una ricerca proprio agli Antipodi.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Secondo quanto riportato da Australia Motorsport, la squadra di Maranello avrebbe stabilito un ramo della sua Academy presso il  Sydney Motorsport Park con l’obiettivo di scovare giovani rampanti dal piede pesante in Oceania e in Oriente, India compresa.

“I nostri piloti delle auto a ruote scoperte del futuro ora avranno una chance maggiore di entrare a far parte del sistema F1 già in età precoce”, si legge sul cominciato ufficiale a firma del presidente della federazione australiana Andrew Papadopoulos. “Già in passato gli australiani hanno dato dimostrazione di possedere le carte utili per lottare alla pari con i migliori al mondo”.

“Siamo convinti, dunque, che attraverso questo programma riusciremo a trovare i nuovi Ricciardo o Mark Webber, e possibile anche un nuovo iridato”. conclude la nota.

Considerato il momento delicato che sta attraversando l’industria automobilistica e in generale il settore competizioni a causa dell’emergenza sanitaria da Coronavirus, la Ferrari ha quindi deciso di tenere un approccio lungimirante.

Foto di gruppo della Scuderia Ferrari di Formula 1 (Foto Charles Coates/Getty Images)
Foto di gruppo della Scuderia Ferrari di Formula 1 (Foto Charles Coates/Getty Images)

Chiara Rainis