Cancellati i GP di Silverstone e Phillip Island. Nella stagione 2020 il Motomondiale sembra destinato a disputarsi solo in Europa.

Circuito di Phillip Island (photo Facebook)
Circuito di Phillip Island (photo Facebook)

Con il passare dei giorni inizia a delinearsi il calendario del Motomondiale 2020. Finora l’unico punto fermo resta Jerez per il 19 e 26 luglio, ma intanto iniziano a farsi da parte gli appuntamenti che non avranno luogo in questa annata di emergenza sanitaria. FIM, IRTA e Dorna Sports hanno annunciato ufficialmente la cancellazione dei Gran Premi di Gran Bretagna e di Australia.

La gara di Silverstone avrebbe dovuto tenersi dal 28 al 30 agosto e, dopo 70 anni di storia, il Regno Unito non potrà ospitare le gare della classe regina. Il GP di Phillip Island, invece, si sarebbe svolto dal 23 al 25 ottobre, ma anche questa sfida verrà cancellata, nonostante l’Australia sia stata lambita in maniera minore dal Coronavirus.

Le dichiarazioni degli organizzatori

Stuart Pringle, Silverstone Managing Director, non nasconde il suo rammarico per la sofferta decisione: “Siamo estremamente dispiaciuti per la cancellazione dell’evento col MotoGP™, anche perché la gara annullata nel 2018 è ancora un ricordo recente, ma condividiamo la decisione che è stata presa in questo momento eccezionale. Voglio ringraziare i tifosi britannici per la loro pazienza e sostegno. Dobbiamo ora guardare al 2021 quando Silverstone ospiterà di nuovo la più veloce e storica gara nel calendario del MotoGP™ e lavoriamo sodo perché sia un appuntamento eccezionale per tutti”.

Sulla stessa frequenza le dichiarazioni di Paul Little AO, presidente dell’Australian Grand Prix Corporation: “Siamo estremamente dispiaciuti per gli appassionati del MotoGP di Victoria, dell’Australia e di tutto il pianeta perché quest’anno non potranno vedere i migliori piloti al mondo gareggiare su uno dei migliori circuiti del pianeta ma è stata presa la decisione giusta. L’Australian Motorcycle Grand Prix tornerà ad essere protagonista più che mai nel 2021”.

A mali estremi, estremi rimedi. Carmelo Ezpeleta nei prossimi giorni potrebbe presentare il nuovo calendario 2020. Nell’attesa mette una X sui due suddetti Gran Premi. “Ci rattrista dover annunciare la cancellazione di questi eventi emblematici e il motivo è legato ai problemi logistici e operativi derivanti dalla pandemia di coronavirus e dalla riorganizzazione del calendario. Silverstone e Phillip Island sono sempre stati due degli appuntamenti più emozionanti della stagione. Entrambe le piste non vengono mai a meno alla promessa di offrire alcune delle gare più vicine al nostro campionato. A nome di Dorna, vorrei ringraziare ancora una volta i tifosi per la loro comprensione e pazienza nell’attesa che la situazione migliori”.

phillip island australia superbike sbk
Phillip Island (©Getty Images)