Mercedes ha spiegato le motivazioni dietro la scelta di non introdurre una configurazione con motore V8 per i modelli Classe E Coupè e Cabriolet.

amg
(Image by Motor1)

Circa sette anni fa, un product manager Mercedes ha ammesso che l’azienda ha commesso un errore non introducendo le versioni AMG E63 della precedente generazione di Coupé e Cabrio Classe E.

Giurò anche di risolvere la questione con le vetture della prossima generazione, ma la stella a tre punte non ha mai mantenuto pienamente la promessa. Questo perché, sebbene i modelli AMG a due porte siano oggi disponibili, sono le versioni “53” senza il grande motore V8. E questo non cambierà con il lifting recentemente introdotto.

Ieri gli amici di Motor1.com hanno parlato con i dirigenti Mercedes a una tavola rotonda virtuale, e lì un rappresentante dell’azienda ha detto che i modelli E63 Coupé e Cabrio non sono previsti in agenda. Kamelia Brodner, Product Management di AMG, ha sostenuto che la già citata E53 è la versione più adatta in questo segmento, aggiungendo che un modello 63 full-fat non è semplicemente necessario.

Non offriremo un V8 sulle due linee di modelli“, osserva Brodner durante la videoconferenza. “Per la berlina di classe E e la station wagon abbiamo un V8, ma non per la coupé e la cabriolet”.

Il lato positivo è il pacchetto Dynamic Plus di AMG, che per la prima volta è approdato a un’auto a sei cilindri. Questo pacchetto porta il programma di guida RACE con Drift Mode, un volante sportivo AMG e pinze dei freni rosse.

Inoltre, non sono disponibili per i modelli Coupé e Cabrio, ma quest’ultimi beneficeranno di un propulsore ibrido plug-in. Ma i clienti che desiderano un’opzione plug-in possono comunque ottenerla nella berlina o nella station wagon. Mercedes ha motivato la sua decisione dicendo che non ci sarebbe stata molta richiesta per queste vetture a due porte elettrificate, quindi non ne vale la pena.

Non offriremo, nella cabrio o nella coupé, la batteria nel retro”, dice al telefono il capo ingegnere della Classe E Michael Kelz. “Perché così lo spazio per i bagagli sarebbe piuttosto stretto. E d’altra parte, la domanda non è molto alta”.

amg
(Image by Motor1)

 

Queste omissioni all’interno della gamma, però, non sono il modo della Mercedes di abbassare gradualmente l’importanza di coupé e cabriolet. Infatti, l’azienda crede ancora molto nella Classe E coupé e nella Cabriolet.

Posso assicurarvi che il nostro futuro manterrà la cabriolet in questa classe. È nel cuore della Mercedes… Sono abbastanza sicuro che ne vedrete un’altra in futuro”, ha detto Kelz. L’azienda crede anche che ci sia ancora abbastanza domanda per giustificare la vendita di coupé, quindi questi stili di carrozzeria alla moda non andranno da nessuna parte nonostante la mania dei SUV.

Questo è particolarmente vero se si tiene conto del fatto che il lavoro è ben avviato in una AMG GT di seconda generazione, che condividerà molti dei suoi pezzi con la nuovissima SL. Questi due dovrebbero anche colmare il vuoto lasciato dalla probabile scomparsa della Classe S Coupé e della Cabrio, che non sono stati esattamente dei buoni investimenti per l’azienda.