Davide Brivio: “A Jerez avremo 40°, attenzione alle gomme”

Davide Brivio ha fiducia nei suoi piloti e nel pacchetto tecnico della Suzuki GSX-RR. Ma teme la variabile gomma a Jerez in piena estate.

Davide Brivio MotoGP
Davide Brivio (Getty Images)

Davide Brivio, manager Suzuki, analizza la preseason dei suoi piloti e ritorna sui rinnovamenti di contratto di Alex Rins e Joan Mir. Il team manager è stato soddisfatto sia dei test invernali che del rinnovo dei suoi piloti: “Dopo i test invernali, eravamo onestamente molto felici di iniziare questa stagione perché ho visto bene i nostri piloti e la nostra moto. Era un pacchetto molto equilibrato, che potrebbe non eccellere nelle prestazioni del motore, ma ha altre caratteristiche che ci consentono di tenere il passo”.

Alex Rins ha sfoggiato uno dei migliori passi gara, un ritmo coerente. “Abbiamo fatto alcuni test di qualità, sempre a un buon ritmo, penso che abbiamo un buon pacchetto. Anche Mir, che ha un ulteriore anno di esperienza, ha fatto quello che mi aspettavo”. Ci sono le basi per fare davvero bene nella prossima stagione e puntare costantemente alla top-5. “Questo è il nostro obiettivo, o almeno la nostra ambizione – ha rimarcato Davide Brivio -. Abbiamo due piloti di grande talento, un buon pacchetto tecnico e quindi l’obiettivo è cercare di far parte di quel gruppo che combatterà per vittorie e podi, dove sono i vari Marquez, Dovizioso, Viñales, Rossi, Quartararo. Vogliamo essere nella lotta e lottare per il podio e vedere dove possiamo andare”.

Leggi anche —> Ufficiale: Jack Miller in Ducati dal 2021, Dovizioso o Petrucci rischiano

Nessuna incertezza sui rinnovi di contratto, né da parte del team né da parte dei piloti. A destare qualche perplessità in Davide Brivio è piuttosto il calendario e le condizioni che andranno a trovare i piloti in pista. “Un problema che troveremo a Jerez se inizieremo a luglio sarà il tempo. Ci saranno 40 gradi e potrebbero esserci alcune situazioni molto critiche. Farà molto caldo, le gomme saranno al limite, non sappiamo cosa aspettarci, anche perché a luglio non c’è nessuno che vada a Jerez, di solito lo facciamo a maggio, giugno e poi a ottobre. Ci sarà questa variabile del pneumatico che sarà molto importante e dovremo essere preparati fisicamente. Non sarà facile perché i piloti arriveranno dopo una lunga sosta. Ci saranno molte variabili in gioco”.

Davide Brivio (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)
Davide Brivio (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)