Bottas alla Renault. Dietro c’è lo zampino di Wolff

In trattativa con Red Bull e Renault il futuro di Valtteri Bottas potrebbe essere ancora nelle mani del boss Mercedes Toto Wolff.
Valtteri Bottas (©Getty Images)

Di certo c’è che il manager austriaco ha le mani in pasta più di chiunque altro. quasi più forte di un altro volpone quale Nicolas Todt, l’ex pilota viennese sembra in grado di muovere i suoi assistiti come meglio crede sulla scacchiera della F1. Ecco dunque, che il #77 potrebbe muoversi in direzione Enstone-Viry proprio su indirizzo del suo capo. Come abbiamo riportato qualche giorno fa l’entourage del finlandese, nello specifico il procuratore Didier Coton si sarebbe incontrato sia con Christian Horner, sia con Cyril Abiteboul, ma probabilmente, per un po’, tutto rimarrà aleatorio.

Il motivo è semplice. Il dirigente delle Frecce d’Argento non sarebbe per nulla entusiasmato dall’idea di assistere ad un rimescolamento quando non si è neppure disputata una gara nel 2020.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

“Non dobbiamo dimenticare che c’è un’intera stagione da affrontare”, ha dichiarato alla ESPN. “Personalmente preferisco evitare di prendere decisioni con largo anticipo perché ovviamente chi è in partenza finisce per venire a contatto con quelle che sono le evoluzioni future della macchina e magari per risentire dal punto di vista della competitività “.

Secondo Wolff, quindi, scoprire troppo presto le carte circa il domani di Bottas, potrebbe risultare più dannoso che positivo in quanto non solo consentirebbe al 30enne di Nastola di conoscere alcuni dettagli della vettura 2022, su cui comunque i costruttori dovranno lavorare, ma potrebbe altresì mitigare la cattiveria in pista nei confronti del team di destinazione. Per il povero Valtteri, si prospettano dunque ancora una volta molti mesi di attesa prima di sapere quale sarà la sua prossima scuderia. E come confermato dal Sky Sports F1 l’equipe che oggi ospita Esteban Ocon, altro nome legato a Mercedes, sarebbe esattamente quella più papabile e gradita dallo stesso Toto.

Leggi anche —> Un sedile per due: Bottas e Alonso si scontrano per lo stesso posto

Chiara Rainis

Bottas (Getty Images)
Valtteri Bottas (Getty Images)