Con la conferma di Jack Miller nel team ufficiale Ducati 2021, Danilo Petrucci deve guardarsi intorno: per rimanere in MotoGP punta sulla Aprilia

Danilo Petrucci (Foto Ducati)
Danilo Petrucci (Foto Ducati)

La conferma di Jack Miller come nuovo pilota ufficiale Ducati per il 2021 accompagna Danilo Petrucci verso l’uscita dalla Rossa di Borgo Panigale. Resta ancora da assegnare il secondo sellino nella squadra bolognese, per il quale la prima scelta resta Andrea Dovizioso, nonostante il braccio di ferro sullo stipendio (la Casa spinge per dimezzarglielo, il forlivese vorrebbe mantenere il livello attuale).

Leggi anche —> Ufficiale: Jack Miller in Ducati dal 2021, Dovizioso o Petrucci rischiano

Ma l’impressione è che, in un modo o nell’altro, l’accordo con Desmodovi si troverà e dunque il breve periodo di Petrux con le insegne ufficiali sia destinato a concludersi, dopo appena due stagioni. Cosa farà, dunque, il pilota di Terni il prossimo anno? La Ducati gli ha avanzato una contro-offerta: passare al team ufficiale in Superbike, al fianco di Scott Redding, per dare l’assalto al Mondiale delle derivate di serie. Ma la priorità di Petrucci resta quella di non lasciare il massimo campionato delle due ruote: “La Superbike potrebbe essere una buona opzione e siamo grati a Ducati che ce l’ha ventilata, ma Danilo vuole provare a restare in MotoGP”, conferma il suo manager Alberto Vergani ai microfoni della Gazzetta dello Sport.

Ipotesi Aprilia per Danilo Petrucci

In quale squadra? Presto detto: la Aprilia. “Me la cavo con una battuta: porte aperte all’Aprilia. In passato aveva già cercato Danilo, potrebbe essere un bel progetto”, conferma ancora Vergani. Naturalmente, la Casa di Noale ha già due piloti ufficiali, Aleix Espargaro e Andrea Iannone, che potrebbero essere riconfermati, ma in particolare la sorte dell’italiano è appesa al ricorso al Tribunale arbitrale sportivo contro la sospensione per il caso doping.

“Al momento l’obiettivo è rinnovare con Aleix e Andrea”, ha dichiarato un portavoce del marchio veneto al sito specializzato inglese Crash.net. “Per quanto riguarda Andrea, però, ovviamente tutto dipende dall’appello”. Un’eventuale brutta notizia per Iannone si tradurrebbe in un’ottima per Petrucci, che potrebbe a quel punto subentrare al suo posto in sella alla RS-GP.

Danilo Petrucci (Foto Ducati)
Danilo Petrucci (Foto Ducati)