Clamoroso, Minardi rivela: “La Mercedes non avrà più un team in F1”

Secondo il patron della storica scuderia Minardi la Mercedes avrebbe in piano di abbandonare la F1 per dedicarsi ad altro.

La fabbrica della Mercedes di Formula 1 (Foto Mercedes)
La fabbrica della Mercedes di Formula 1 (Foto Mercedes)

Pazienza se il Presidente Ola Kallenius aveva dichiarato che la Casa della Stella rimarrà ancora a lungo nel Circus. Secondo voci da insider la realtà sarebbe ben diversa. Giancarlo Minardi, uno che di F1 se ne intende e che ha contribuito a renderla ciò che è sfornando grandi campioni come Fernando Alonso, avrebbe avuto news di prima mano secondo cui a Stoccarda starebbero pensando ad un restyling.

In pratica, in barba anche ai ragionamenti finanziari del boss Toto Wolff secondo cui restare nella massima serie sarebbe garanzia di introiti a non finire provenienti dalla pubblicità positiva seguita ad un dominio che continua ininterrotto dal 2014, in Germania avrebbero deciso di mantenere i rapporti con la categoria soltanto nelle vesti di fornitori delle power unit e della componentistica. Ciò significa, smantellamento totale della squadra che oggi schiera Lewis Hamilton e Valtteri Bottas.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

“Il vertici del brand sembrano avere una forte influenza sul progetto. Lo si è visto chiaramente a Melbourne lo scorso marzo quando si decise di non gareggiare per l’emergenza Coronavirus. Il volere del CEO ha avuto la meglio su quella che responsabile dell’equipe che avrebbe preferito lasciar correre i suoi ragazzi”, ha argomentato l’ingegnere emiliano sul suo sito personale. “Da quanto ne so io la loro intenzione sarebbe di uscire di scena e lavorare soltanto come produttori di motori”.

Se si tratti di pura chiacchiera o di realtà, ovviamente non lo sappiamo, tuttavia un fondo di verità potrebbe esserci. Nei giorni scorsi Ham ha tirato in ballo un suo possible ritiro dalla competizione, e pure il driver di Nastola ha cominciato a guardarsi in giro, come abbiamo raccontato già in altri articoli, sguinzagliando il proprio  management alla caccia di un sedile in Renault o in Red Bull.

Il box deserto della Mercedes al Gran Premio d'Australia di Formula 1 a Melbourne (Foto Charles Coates/Getty Images)
Il box deserto della Mercedes al Gran Premio d’Australia di Formula 1 a Melbourne (Foto Charles Coates/Getty Images)

Chiara Rainis