Curioso episodio nell’ePrix virtuale di Berlino. Uno dei piloti Audi ha pagato un esperto di gaming per correre al suo posto. Per lui multa e squalifica.

Una fase di gara dell'ePrix di Marrakesh (Foto Lat Images/Formula E)
Una fase di gara dell’ePrix di Marrakesh (Foto Lat Images/Formula E)

La gara l’aveva conclusa al terzo posto e l’avrebbe fatta franca se Stoffel Vandoorne, secondo al traguardo, non si fosse insospettito. Dietro al volante dell’Audi versione online non c’è Daniel Abt bensì un giovane esperto in eSports.

Per chi non seguisse la serie al 100% elettrica, diciamo che in questo momento di stop forzato dalle attività, l’organizzatore ha deciso di dare vita ad un campionato alternativo, ovviamente condotto da casa e con orario fisso alle 16.30 del sabato per raccogliere fondi da devolvere all’UNICEF per affrontare l’emergenza Coronavirus.

Ma perché il tedesco avrebbe fatto questa messa in scena? Essenzialmente perché non tutti i driver sono bravi dietro ad un simulatore, quindi per evitare di fare ulteriori brutte figure dopo quelle dei precedenti appuntamenti, ha cercato di giocarsi una carta alternativa, quella che porta il nome di Lorenz Hoerzing, 18enne e soprattutto sim racer di professione.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

“Vorrei scusarmi con la Formula E, con tutti i miei tifosi, con il mio team e con i colleghi per aver coinvolto un esterno”, il messaggio diffuso dal 27enne. “Sono particolarmente dispiaciuto perché so quanto lavoro è stato fatto per questo progetto da parte del promoter della serie. Evidentemente non ho capito la serietà della questione, ma non avevo cattive intenzioni”.

Purtroppo per lui e il suo complice, questa semplice furbata ha portato a delle pesanti consenguenze. Non tanto per Abt che si è soltanto visto squalificare dalla graduatoria dell’eprix sul tracciato di Tempelhof e affibbiare una multa di 10.000 euro,quanto per il teenager, legato a sua volta alla Casa dei quattro cerchi, bandito d’ora in avanti da qualsiasi corsa virtuale.

(©Daniel Abt Twitter)

Chiara Rainis